IMG_20151126_133036

La RAI a Brolo per raccontare la storia di Luca e Tania

Brolo – La troupe RAI di “Uno Mattina – Storie Vere” a Brolo dopo aver letto il nostro servizio che racconta la storia di Luca e Tania (Clicca qui per leggere).

Il servizio andrà in onda il prossimo mese, nel periodo di Natale ed è stato curato dalla giornalista Daniela Pulci di Rai Uno, insieme ai cameraman Nino e Nunzio.

Luca è un ragazzino coraggioso, che con lucidità e calma ha salvato la sua mamma proprio una settimana fa da una crisi ipertensiva. Tania soffre di una rara malattia, la sindrome di Cushing, una patologia surrenica che colpisce una persona su 10.000 e causa strascichi duraturi, crisi periodiche e ha bisogno di cure lunghe e costanti. Tania è quasi una “miracolata” per essere sopravvissuta a questa malattia. “Non potevo averlo questo bambino a causa della mia malattia, ma lo ha avuto, è stato un dono” – racconta commossa ai microfoni di Daniela Pulci. E il suo Luca lo ha sempre cresciuto preparandolo ai pericoli della vita e lui, infondo, rianimando e salvando la sua mamma ha dimostrato di avere maturità e coraggio. Un gesto che sembrerebbe quasi scontato, invece spesso è difficile mantenere calma e  razionalità trovandosi di fronte la mamma esanime.

rai brolo

Noi, dal canto nostro siamo fieri di svolgere un servizio di informazione che non è solo locale, ma arriva molto più in là, arriva a colpire l’attenzione di una redazione nazionale. Un’informazione che diventa motore di diffusione,  stimolo per nuovi racconti.  L’uso di precise parole chiave, l’indicizzazione sul web, la cura per un attento posizionamento dei testi, tutto ciò ha permesso alla redazione di Rai Uno di leggere il nostro pezzo e rimanere segnati da una storia che sembrerebbe ordinaria e invece no, è speciale, è vera, è umana e soprattutto è a lieto fine. E quando le storie nascono dalla collaborazione sana e produttiva con colleghi (abbiamo appreso della notizia grazie al collega Massimo Scaffidi di Scomunicando) questo non può che diventare cooperazione, significa fare giornalismo serio, senza concorrenze sleali e “sgambetti” inutili.

Insomma, il giornalismo che ci piace e ci rende fieri.

 

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close