la torre_municipio_pp

AVVISI PAGAMENTO VERBALI DALLA PROVINCIA. IL CIRCOLO “PIO LA TORRE” NON CI STA


Dura presa di posizione dell’Associazione Circoli “Pio La Torre Nebrodi” sull’invio, da parte della Provincia di Messina, degli avvisi di pagamento di verbali per tasse presumibilmente evase. In un comunicato stampa il circolo di Brolo dell’Associazione punta l’indice sull’inefficenza dell’ente provinciale chiedendone la soppressione. Di seguito il comunicato integrale.

La Provincia Regionale di Messina nella persona del Comandante del Corpo Della Polizia Provinciale dott. A. Carbonaro, HA INVIATO circa 8000 (ottomila) avvisi/diffida ai cittadini dei 108 Comuni che hanno una casa o un terreno confinante con una delle tante strade provinciali e che alle stesse accedono tramite passo carrabile e/o pedonale. A COMPROVA SI RIPRODUCE UN ESEMPLARE DI TALE AVVISO DIFFIDA DALLA CUI LETTURA SI APPALESANO NUMEROSE CARENZE E ILLEGITTIMITÀ; tra queste:

– Chi ha elevato il verbale citato nella diffida, in quale data ?

In quale località, in quale Comune, in quale strada provinciale trovasi il passo carrabile ?

La diffida si riferisce a passo carrabile, con opere modificative della carreggiata oppure no?

Per quale ARCANO motivo si dovrebbe pagare per un passaggio pedonale senza modifica dei luoghi ?

TUTTO CIO’ NON CI E’ DATO SAPERE !!! In merito alla legittimità o meno si veda anche la sentenza n° 16733/2007 della corte di cassazione. COME SE NON BASTASSE QUASI TUTTI I DESTINATARI dell’avviso di notifica HANNO RICEVUTO NON UNA MA ALMENO TRE! LETTERE IDENTICHE. A parte lo sconforto e lo sconcerto dei MALCAPITATI DESTINATARI che dovrebbero pagare centinaia di euro per sanzioni e tasse, trattandosi di raccomandate con ricevuta di ritorno, l’Amministrazione Provinciale ha dovuto affrontare immotivatamente ed inspiegabilmente almeno il TRIPLO delle sole spese postali NECESSARIE (ossia una maggiore spesa di circa SESSANTAMILA EURO). INTOLLERABILI FASTIDI per i cittadini ma figuracce e danno economico per la Provincia nella persona degli amministratori, dei dirigenti responsabili e di quanti hanno con INCREDIBILE  LEGGEREZZA E SUPERFICIALITA’ CONCORSO AL “ FATTACCIO”. Mentre ci aspettiamo che “i responsabili” chiedano scusa ai cittadini destinatari degli avvisi/diffida e correggano rapidamente i propri errori con la revoca dei
medesimi per palese illegittimità, viene da chiedersi: A COSA SERVONO QUESTE PROVINCE ? COSA SI ASPETTA PER SOPPRIMERLE ? QUALE BUCO DI BILANCIO OCCORREVA OCCULTARE?

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close