CANI AVVELENATI: NOTA DI LEGAMBIENTE


Legambiente Nebrodi e l’Osservatorio regionale Ambiente e Legalità di Legambiente Sicilia intervengono in merito all’uccisione per avvelenamento dei 9 cani di Patti la cui vicenda è seguita dai volontari dell’Associazione LIDA sezione di Patti. I cani accuditi dalla LIDA sono stati uccisi due giorni fa a Patti, quasi sicuramente mediante l’impiego di bocconcini tossici. Ad accorgersi dell’accaduto una volontaria dell’associazione che recandosi al rifugio per portare loro da mangiare, ha
trovato i cani in una situazione di malessere e, nonostante un tempestivo intervento con antidoto non c’è stato nulla da fare per salvarli. Si tratta di un vero e proprio atto criminale – ha commentato Tiziano Granata Vicepresidente di Legambiente Nebrodi e Responsabile dell’Osservatorio Ambiente & Legalità di Legambiente Sicilia – avvelenare un animale è un reato punito dall’art. 544-bis del codice penale, cioè uccisione di animali. Inoltre l’ art. 146 T.U. Leggi Sanitarie proibisce e punisce la distribuzione di sostanze velenose e prevede la reclusione da sei mesi a tre anni. Le associazioni Legambiente Nebrodi e l’Osservatorio regionale Ambiente e Legalità di Legambiente Sicilia hanno deciso di intervenire in merito all’uccisione chiedendo che i reati contro gli animali non vengano trattati come reati di serie B. Il fenomeno dell’avvelenamento si sta diffondendo sempre di più e le responsabilità ricadono anche sulle amministrazioni comunali che non adottano politiche per la prevenzione del fenomeno del randagismo così come sta facendo l’associazione LIDA di Patti impegnata nelle attività di sterilizzazione. Richiedono inoltre alle Forze dell’ordine e alla Magistratura di adoperarsi al fine di individuare il responsabile,  contro il quale l’associazione si costituirà parte civile,  ed all’amministrazione comunale di Patti di avviare immediatamente gli interventi di bonifica dell’area interessata dal riversamento di sostanze velenose.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close