conti mica

Esposto denuncia al ministero degli interni sulla nomina del segretario

Tortorici – In un comunicato stampa, che di seguito potrete leggere, il consigliere Conti Mica evidenzia tutte le anomalie che, secondo il suo parere, emergono dal continuo rinnovo dell’incarico a segretario comunale di Ricca.

Di seguito la nota del consigliere comunale.

Come anticipato precedentemente comunico ai miei concittadini con la presente nota l’esposto-denuncia riguardante le anomalie sulla nomina del Segretario comunale a Tortorici (ME).

Innanzi tutto premetto che, come da normativa, il segretario comunale dovrebbe essere nominato dopo sessanta giorni ed entro centoventi giorni dall’insediamento della neo eletta amministrazione e ,nel caso in cui non venga nominato, viene riconfermato quello in carica. Vista la delicatezza dei compiti del Segretario comunale, nel caso in cui la sede sia vacante si può, per un periodo limitato di tempo, nominarne uno reggente.

La situazione creatasi nel comune di Tortorici è quantomeno singolare, infatti da fine 2012 (quando il Dott. Spallino, allora segretario, venne trasferito ) la sede è rimasta vacante ed il ruolo di Segretario è stato ricoperto da varie figure per periodi limitati di tempo. Quindi quando la pubblicazione della vacanza della sede, effettuata a giugno 2014 , è scaduta senza la nomina del Segretario non vi era nessuno da riconfermare! L’attuale incarico è ricoperto dal Dott. Ricca che viene rinominato di volta in volta per brevi periodi…..

Considerando che, in base al principio di separazione tra attività amministrativa ed attività di governo (politica), il Segretario dovrebbe godere di autonomia ed esercitare neutralità nei confronti dell’amministrazione, il fatto che questi debba essere in continuazione riconfermato dal Sindaco chiaramente fa venir meno le suddette autonomia e neutralità. Infatti, nel momento in cui il Segretario si dovesse rendere inviso al Sindaco quest’ultimo, dopo qualche mese, potrebbe non riaffidargli il ruolo nominandone un altro e quindi, in ultima analisi, scavalcando il controllo amministrativo del Segretario. Fatte queste considerazioni è evidente che non si tratta di una semplice questione burocratica-procedurale (come potrebbe sembrare superficialmente) ma è una anomalia che potrebbe intaccare i principi fondamentali alla base del nostro ordinamento democratico!!

Nello svolgimento del mandato datomi dai miei concittadini ed a salvaguardia dei nostri diritti non ho potuto che dettagliare la situazione e mandare un esposto-denuncia al Ministro dell’Interno ed all’Albo nazionale dei Segretari comunali (oltre che per conoscenza alla Prefettura).

Questa situazione risulta complementare alle criticità riguardanti il controllo amministrativo dell’ente da me denunciate con precedente nota che, nonostante l’opinione del Dott. Ricca, confermo nella sua interezza. A tal riguardo voglio inoltre specificare che non è mia intenzione diffamare o ledere l’immagine personale e professionale di nessun funzionario e che, a far ciò, sono le azioni degli stessi non le mie denunzie. Come per esempio quando la Prefettura di Messina , parte resistente nel ricorso avverso il procedimento di sospensione del Sindaco, mi risponde, in data 21/09/2015 (dopo quindi la sentenza prima della Cassazione e dopo del TAR a riguardo), che “non dispone di aggiornati elementi di conoscenza sulle vicende successive all’adozione da parte del TAR dell’ordinanza di sospensione n.210/15 del 24/04/15, con la quale il Sindaco Carmelo Rizzo Nervo è stato reintegrato nella carica di Sindaco di Tortorici. ” eppure nella mia richiesta avevo citato in dettaglio tutte le suddette sentenze nonché le leggi in materia…… Od ancora il Segretario comunale il quale (con una celerità inusuale nel nostro comune) attesta in data 28/09/2015 che il Sindaco si è auto-sospeso come comunicato da quest’ultimo con una alquanto singolare nota dello stesso giorno! Tutto ciò avviene mentre il Sindaco era già sospeso da quasi un mese……

E’ stato solo dopo il mio intervento a mezzo stampa (mezzo che continuo a ringraziare ) si è chiarita la situazione.

Ed è proprio a causa dei miei interventi che in data 23/10/2015 mi viene notificata una querela per diffamazione da parte del Dott. Ricca. Ovviamente ho contattato i miei legali per una contro-querela ma mi preme chiarire che non sarà una infondata denunzia a mettermi a tacere ed a farmi tradire il mandato elettorale ricevuto dai miei concittadini; in vero il querelante, nel confermarmi con tale gesto dell’efficacia delle mie azioni, ha ottenuto l’effetto contrario motivandomi a continuare in maniera sempre più incisiva con la mia attività di controllo!

Concludo appellandomi agli Enti statali ai quali ho indirizzato le mie segnalazioni e denunzie affinché ripristinino la legalità, poiché se ciò non avvenisse dovrei, amaramente constatare che l’ordinamento democratico della Repubblica è solo di facciata e che la sovranità non è del Popolo ma dei burocrati, delle autorità e dei potenti e che in balia di essi vengono lasciati i miei concittadini. E questa sarebbe una situazione alla quale non mi rassegnerei sommessamente!

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close