lungomare

Mutuo lungomare: tanto rumore per nulla.

Capo d’Orlando – Il sindaco Enzo Sindoni ha deciso di non richiedere il mutuo di € 500.000,00 destinato alla parziale copertura dei costi dei lavori di ampliamento del restyling del lungomare Andrea Doria. L’atto era stato deliberato dal Consiglio Comunale lo scorso lunedì 05 ottobre, su proposta del primo cittadino, provocando la rottura all’interno della maggioranza, lo sconcerto dei consiglieri comunali nell’apprendere che era stato omesso nella delibera il rifiuto della Cassa e deposito e prestiti della prima richiesta e il rinvio del punto prima per mancanza del numero legale ed il giorno dopo la sospensione per una riunione dei capogruppo di maggioranza per cercare di capire come comportarsi dopo le rivelazioni di Sanfilippo. Come ricorderete al rientro in aula si è votato a favore del mutuo ma dopo che le somme per l’alienazione della casa albergo per anziani, queste le rassicurazioni del vice sindaco Leggio, il sindaco era essente, fossero state incassate.

Dunque aveva ragione il consigliere di minoranza Sarino Abate quando ha più volte pregato il presidente Timpanaro ed il consiglio di “riflettere ed aspettare perché la vendita della casa albergo anziani avrebbe potuto garantire maggiori introiti se presentate altre offerte oltre a quella della San Lorenzo (rivelatasi dell’1% all’apertura delle buste ndr) ? Non è stato minimamente ascoltato durante il consiglio comunale salvo poi il primo cittadino confermare in pieno le sue esternazioni.

Nel comunicato stampa diffuso oggi dal Comune di Capo d’Orlando “tale decisione è scaturita dal più che positivo esito della cessazione della casa anziani di contrada Catutè. Infatti tra maggiore offerta e valore dei costi dei lavori a carico della Ati aggiudicataria, il Comune si ritrova un inaspettato “tesoretto” di oltre € 300.000,00” (per la precisione 313.632,00 € se la cifra citata nel comunicato stampa del “tesoretto” è determinata dall’incasso del 30% immediato dell’importo di vendita della casa albergo per anziani).

“L’energica azione amministrativa che grazie alla maggioranza ho potuto mettere in atto, ha dato frutti insperati e concreti a tutto vantaggio degli Orlandini. La solidità delle casse comunali – ha commentato il Sindaco Enzo Sindoni – consentirà, pertanto, di finanziare l’intero costo del lungomare con le nostre risorse, per questo ho già disposto che la ragioneria comunichi alla Cassa Deposito e Prestiti la rinuncia al mutuo. Convertire due vecchi fabbricati – ha concluso Sindoni – in una opportunità di lavoro per tanti Orlandini e nel completo ammodernamento del lungomare Andrea Doria, è senz’altro uno dei i risultati  più positivi della mia amministrazione”.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close