Guensi Allal

“Pugni e calci e nonostante fosse esamine sul terreno a sbattergli la testa”

Acquedolci – Nella serata del 28 settembre, i Carabinieri della Stazione di Acquedolci, hanno sottoposto a fermo d’indiziato di delitto per tentato omicidio il cittadino marocchino, residente in Acquedolci, GUENSI ALLAL 28enne già noto alle Forze dell’Ordine, il quale nella mattinata in una via del centro di Acquedolci, per futili motivi e con inaudita violenza, aveva aggredito, riducendolo in fin di vita, un conoscente 29enne del luogo L.S.S..

In particolare verso le ore 05.00 del 28 settembre, nella via Corso Italia  di Acquedolci (ME), il cittadino marocchino per futili motivi si scagliava contro la vittima con pugni e calci e nonostante fosse esamine sul terreno  a sbattergli la testa , provocandogli gravissime lesioni tali da essere ricoverato in pericolo di vita presso l’Ospedale di Sant’Agata di Militello.

Compiuto l’insano gesto l’uomo si  dava a precipitosa fuga, rendendosi irreperibile. I Carabinieri venuti a  conoscenza del gravissimo fatto di sangue avviavano immediatamente le indagini.

Sentiti alcuni testimoni riuscivano a ricostruire i fatti ed a localizzare il telefono cellulare dell’aggressore, riuscendo così a rintracciarlo presso l’aeroporto di Punta Raisi di Palermo dove stava per  imbarcarsi su un volo diretto a Casablanca.

GUENSI ALLAL veniva sottoposto a fermo e condotto presso la casa circondariale di Palermo-Pagliarelli in attesa dell’udienza di convalida dove l’uomo dovrà rispondere di tentato omicidio e lesioni personali.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close