ROSTAS-Creanga

Furto in abitazione: arrestate due rumene

Montalbano Elicona –

Nella tarda mattinata di ieri i Carabinieri della Stazione di Montalbano Elicona hanno tratto in arresto ROSTAS Creanga, classe ’83, di origini rumene, domiciliata a Merì, e hanno denunciato a piede libero la figlia minorenne, R. A. di 16 anni, per il reato di tentato furto in appartamento in concorso.

Le due donne, ieri mattina, sono giunte nel piccolo borgo nebroideo con al seguito giochi e capi di vestiario, simulando di essere venditrici ambulanti.

La loro presenza, però, non è sfuggita ad alcuni residenti che, nonostante il paese sia quotidianamente meta di turisti, ne hanno da subito notato la presenza sospetta. Allarmato dalla circostanza anomala, un cittadino è corso subito ad avvisare il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Montalbano Elicona, il Maresciallo Ordinario Giovanni Catanzaro, che immediatamente si è messo alla ricerca delle due sospette.

Durante la battuta di ricerca mirata all’identificazione delle stesse, giunto in una delle vie principali del borgo, il Maresciallo ha intercettato e fermato le donne mentre si stavano dando a precipitosa fuga dopo essere uscite in modo rocambolesco da un appartamento.

A inseguirle, l’anziana proprietaria dell’abitazione. Le donne sono state subito fermate e portate in caserma per gli accertamenti del caso, tesi a ricostruire la dinamica dell’episodio. Dalla ricostruzione delle vicenda è emerso che le due, poco prima, avevano bussato alla porta dell’88enne montalbanese presentandosi come venditrici ambulanti e chiedendo cibo e un po’ d’acqua. Con la scusa di avere bisogno del bagno, la ROSTAS, riusciva ad introdursi nell’appartamento e, raggiunta la camera da letto, mentre la figlia sull’uscio di casa tratteneva e distraeva la vittima, iniziava a rovistare nei suppellettili alla ricerca di denaro e monili preziosi. Nonostante fosse inizialmente cascata nel tranello, la vittima, si è però insospettita dalla prolungata permanenza nella sua abitazione della ROSTAS e così è entrata a controllare, cogliendola mentre era intenta a mettere a soqquadro la sua stanza da letto. Vistesi scoperte, le due si sono date a fuga immediata ma ad attenderle fuori c’erano già i Carabinieri. Fortunatamente nessun oggetto è stato sottratto all’anziana donna.

ROSTAS Creanga è stata dichiarata in stato d’arresto e, come disposto dal Dott. Francesco Monaco, Sost. Proc. della Procura della Repubblica di Barcellona P.G., è stata tradotta presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto che si svolgerà nella mattinata di oggi davanti al G.I.P. del Tribunale di Barcellona pozzo di gotto. La figlia sedicenne è stata denunciata a piede libero, entrambe dovranno rispondere del reato di tentato furto in abitazione aggravato e in concorso.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close