allagamento giardini

Incubo piogge e domani i maggiori rischi

Il temporale che ieri in tarda mattinata si è abbattuto su Catania e su alcuni Comuni della provincia rappresenta solo un “preavviso” di un’ondata di maltempo molto più intensa che interesserà il versante orientale della nostra Isola tra oggi e domani, tanto che alcune previsioni parlano addirittura dell’arrivo di un Tlc (Tropical Like Cyclones ovvero ciclone di tipo tropicale), un miniciclone che si sposterà fino a lambire le coste ioniche.

Chiusa e poi riaperta la ferrovia Messina Catania. Dopo circa un’ora e mezza di sospensione, sta progressivamente riprendendo la circolazione dei treni sulla linea Messina-Catania. Le squadre tecniche di Rfi, intervenute per ripristinare la funzionalità della linea, hanno consentito la riattivazione del traffico ferroviario, sospeso poco dopo le 8.30 in seguito all’allagamento delle stazioni di Letojanni e Alcantara causato dell’ondata di maltempo che si è abbattuta sull’Isola. Perdurando le condizioni di grave perturbazione atmosferica, potrebbero registrarsi variazioni nella circolazione dei convogli che “saranno comunicate di volta in volta nelle stazioni e a bordo dei treni”, dice Trenitalia.

Per oggi nel Catanese livello di allerta meteo rosso. Dopo la conferma da parte del Dipartimento regionale di Protezione civile a Catania è scattato alle 18 di oggi l’allerta meteo e sono sono state attivate tutte le procedure previste in questi casi. Attività sospesa anche negli Asili nido. Lo ha deciso l’Amministrazione comunale dopo una consultazione con gli esperti. Gli alunni e i bambini degli asili dovranno dunque rimanere a casa.

Il pericolo sarà rappresentato a Catania anche dal riversarsi a valle dell’acqua piovana proveniente dall’Etna. Sono già stati attivati i presidi operativi e, a partire dalla mezzanotte è entrato in funzione il Centro operativo comunale (Coc) che, secondo quanto prevede il Piano di emergenza della città di Catania, coordinerà tutte le operazioni di Protezione civile. A partire dalla mezzanotte e per tutta la giornata di domani i catanesi sono invitati «alla massima prudenza, a uscire di casa il meno possibile, a non sostare nei piani al di sotto della sede stradale e a utilizzare solo in caso di estrema necessità i mezzi privati e di conseguenza a preferire quelli pubblici».

Un invito alla cittadinanza ad adottare le opportune cautele è stato rivolto anche dall’amministrazione comunale di Aci Castello (Catania). L’invito è a non uscire di casa se non in caso di estrema necessità, prestando la massima attenzione nell’utilizzare i veicoli ed evitare di transitare nelle vie Vampolieri, Livorno, Dusmet, Scalazza, Litteri, Manzella, Vigo, Oliva San Mauro, Timparosa, Empedocle. Si invita inoltre a non stazionare in prossimità di alberi di medio-alto fusto, sui moli e nei lungomare.

Caditoie stradali. L’amministrazione comunale di Catania, su precise disposizioni del sindaco Enzo Bianco, in questi giorni, sta provvedendo intanto alla pulizia straordinaria delle caditoie stradali. Pulizia che è cominciata ieri nei siti che, per esperienza, sono maggiormente esposti ai fenomeni di allagamento in occasione di importanti eventi meteorici.

I lavori verranno svolti dal personale delle Manutenzioni strade che a rotazione sarà organizzato in cinque squadre. Queste le strade: la zona dei Mercati storici (piazza Carlo Alberto, Pescheria), via Goretti, via San Giuseppe La Rena, via C. Colombo, via Dusmet, via VI Aprile e Stazione Centrale, via Vitt. Emanuele (tratto da piazza San Placido a via VI Aprile), viale Africa, viale M. Rapisardi, via Etnea (da piazza Duomo a piazza Cavour), Centro storico (piazza Scammacca e vie limitrofe), viale Vitt. Veneto, Zona Cibali (piazza Spedini, via Maratona, via Fava, via Susanna, via Stazzone), piazza Roma, via Palermo, via Garibaldi, Circonvallazione.

www.lasicilia.it

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close