consiglio capo

Il punto passa con soli 6 voti. La maggioranza si spacca

Capo d’Orlando – Da 8.000.000,00€ del 2013 a 4.800.000,00€ di aprile 2015 a 960.000,00€ a settembre sempre del 2015. Questa drastica riduzione di valutazione della casa albergo per anziani ha infiammato il dibattito politico di Capo d’Orlando con accuse, diverbi, spaccature e abbandoni di aula e, con ogni probabilità, di maggioranza. La minoranza dissente e dovrà prima o poi spiegarne il motivo. Il Consiglio approva ma con soli 6 voti a favore.

Era da tempo che non si assisteva ad un consiglio comunale così acceso e carico di tensione. Cominciato con qualche minuto di ritardo all’appello del Presidente Timpanaro erano inizialmente 8 i consiglieri presenti. Galipò, unico della minoranza, Triscari, Colombo, Liccialdello, Damiano, Micale e Reale. Poco dopo si sono anche aggiunti Annalisa Germanà e Pablo Magistro. Nel suo accorato intervento il Sindaco Enzo Sindoni ha spiegato del perché la casa albergo per anziani era stata valutata dall’ufficio tecnico meno di un milione di euro, visto principalmente l’interesse della San Lorenzo Confezioni all’acquisto. “Lo avrei anche dato gratis pur di creare posti di occupazione, ha riferito al consiglio comunale Sindoni. C’è un’offerta che non dovremmo lasciarci sfuggire. Non come successe negli anni 80 quando alla famiglia Giuffrè fu negato di realizzare degli stabilimenti soltanto per un cavillo burocratico dettato dall’altezza dei capannoni”.

Ma è stato proprio l’aspetto prettamente economico a creare più di un disagio in aula. Il consigliere di maggioranza Annalisa Germanà, che nonostante aver accusato la stampa di cattiva informazione nella prima seduta consiliare di ieri al primo appello, era assente, noi no, ha duramente attaccato la decisione di ridurre così drasticamente ed in soli 4 mesi l’importo di valutazione dell’immobile. “Come posso mai fidarmi di un ufficio tecnico che oggi mi dice di aver valutato uno stabile meno di un milione di euro quando soltanto 4 mesi fa, lo stesso ufficio tecnico riteneva valesse 4 milioni e 800 mila euro?” La proposta avanzata dai consiglieri Germanà e Magistro di ritirare il punto all’ordine del giorno è stata bocciata. L’uscita dall’aula di Annalisa Germanà è stata immediata, quella di Magistro successiva ma decisamente palese la spaccatura all’interno della maggioranza.

Il Consiglio comunale ha così votato a favore (6 voti, un astenuto, Edda Triscari, un contrario Carmelo Galipò) l’abbassamento della valutazione della casa albergo per anziani da 4.800.000,00€ a 960.000,00€.

Ma se su 12 consiglieri di maggioranza 6 hanno pensato bene di nemmeno mettere piede in aula per un punto che invece il Sindaco ha più volte giudicato storico ed il consigliere Colombo altrettanto, la minoranza non si è presentata questa sera, tranne il consigliere Galipò. Di certo ci si aspetta adesso una presa di posizione ed una spiegazione sulla mancata presenza in aula.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close