san cono 2014

San Cono, tra religione e recenti scoperte

Naso – Il primo settembre, come vuole la tradizione, viene solennemente festeggiato il santo patrono e concittadino Cono Navacita. Quest’anno la chiesa ha voluto ripercorrere la vicenda umana e religiosa del personaggio, attraverso il coinvolgimento di altre comunità.

Non è una causalità, bensì una rievocazione delle vicende legate a San Basilio, venerato a S.Marco d’Alunzio, che fu il santo fondatore dei conventi basiliani, come quello di San Filippo di Frazzanò. San Nicolò Politi di Alcara li Fusi  e San Lorenzo  Ravì di Frazzanò che furono storicamente certo amici e coetanei e frequentavano lo stesso cenobio da eremiti.

In questa prima edizione di “ecclesia religiosa” manca San Silvestro da Troina, che per motivi tecnici, sarà coinvolto il prossimo anno. Intanto,una novità a distanza di secoli è emersa in questi giorni e sarà resa pubblica in una prossima edizione della pubblicazione sulla vita del santo, raffigurato nero per motivi anch’essi storici.

E’ stata ritrovata, in Francia ad Avignone, la copia del processo di beatificazione del santo nato e vissuto a Naso. Ogni anno partecipano ai festeggiamenti anche i fedeli ed i rappresentanti delle comunità di Capo d’Orlando già frazione di Naso e di San Cono in provincia di Catania, con i rispettivi gonfaloni ed amministratori comunali.

 

Salvatore Mangione

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close