orlandia_pp

ORLANDIA, CONTRO LA CAPOLISTA UNA FORMAZIONE DA INVENTARE


All’appuntamento più difficile della stagione l’Orlandia’97 purtroppo ci arriva nelle peggiori condizioni. Il punto racimolato nelle due ultime partite ha smorzato gli entusiasmi dell’ambiente e, dato più preoccupante, la posizione in classifica ne ha risentito pesantemente, cedendo il passo a Res Roma e Aquile Palermo. La vetta della classifica è ormai una chimera, il Napoli viaggia a vele spiegate con nove vittorie su altrettante gare e con una scia di risultati positivi che parte dalla scorsa stagione. Domenica al Ciccino Micale arriva proprio la capolista, che dopo la reboante vittoria contro il Civitavecchia vorrà ulteriormente rafforzare il  suo primato, puntando su un buon collettivo, impreziosito da almeno tre calciatrici capaci di fare la differenza anche con un solo guizzo vincente. La difesa paladina dovrà stare molto attenta alle scorribande in avanti di Caramia, della giovane Lecce e della nazionale Pirone, senza dimenticare il resto di un organico che è ormai proiettato verso la promozione nella massima serie. L’Orlandia’97 sta preparando l’incontro trale mille difficoltà legate alle condizioni fisiche di tante calciatrici. Per  Mister Curasì si prospetta una settimana necessaria soprattutto per capire
quali saranno le undici abili a disputare una gara dignitosa. Il reparto maggiormente in sofferenza è la difesa dove mancheranno sicuramente l’infortunata Giuffrida, Soro squalificata e Melania Radici, che non si allena da diverso tempo, con il portiere Tiziana Impoco sofferente ad un piede che tiene in preallarme la giovanissima Vitale. Non va meglio neanche a centrocampo, in cui sono incerte le condizioni di Clara Lazzara, il cui recupero per domenica sembra improbabile, e di Zodda. In attacco sta recuperando dall’influenza Piera Manzella, assente contro il Bari, mentre Alessia Cianci ha saltato l’allenamento di martedì per il riacutizzarsi del solito dolore alla spalla. Ci sarebbe dunque da fasciarsi la testa, ma non è così. L’Orlandia97 gioca in casa e se il pubblico stavolta decidesse di incoraggiare la squadra senza perdersi in inutili commenti da bar, se l’Orlandia’97 riuscisse a dimostrare la qualità di gioco riconosciuta e se tutte le paladine in campo riuscissero a mettere in pratica gli insegnamenti impartiti in settimana, allora i tifosi potrebbero vedere una bella partita tra due formazioni di spessore; con l’augurio di ritrovarle nel prossimo campionato a rappresentare il Sud nel calcio che conta.

Addetto Stampa Simone Fogliani

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close