ficarra2

Marchese nuovo Presidente del Consiglio

Ficarra – Quando si dice patto di non belligeranza. Proprio questo l’avvenimento politico a Ficarra dove Francesco Marchese, capogruppo di minoranza, è stato eletto nella scorsa seduta del Consiglio Comunale, Presidente del Civico Consesso.

L’Avvocato Marchese fa sapere in una nota che la decisione è maturata di comune accordo tra la Maggioranza e la Minoranza e  risponde all’esigenza di completare il percorso di collaborazione e di sereno e proficuo confronto tra i gruppi consiliari che, pur nella differenza delle posizione, ha contraddistinto l’intero mandato elettivo svolto. L’accordo è stato stretto da entrambi i gruppi consiliari, ad eccezione del consigliere Andrea Caputo.

Pur mantenendo le reciproche distinzioni, nel pieno rispetto del mandato conferito dagli elettori, i Gruppi consiliari hanno ritenuto di dover affermare con l’elezione del capogruppo di Minoranza a Presidente del consiglio comunale il superamento di vecchie logiche basate su sterili rapporti di forza e di schieramento.

Non c’è stato alla base alcun calcolo di convenienza o di particolare strategia tesa a perseguire chissà quali reconditi obiettivi – afferma l’Avvocato Marchese-  tutt’altro. A spingere in questa direzione vi è il semplice desiderio di voler dimostrare con atti concreti, da un lato, il clima di feconda di serenità che nel tempo si è determinato e, dall’altro, il riconoscimento pieno di una condotta Gruppo di minoranza uniformata a principi di serietà e di inequivocabile attaccamento al paese ed alle sue opportunità di crescita economica e sociale“.

Grande la soddisfazione del sindaco Basilio Ridolfo che non perde l’occasione per ringraziare il presidente uscente Emilio Ricciardo per la disponibilità dimostrata nel favorire l’avvicendamento ed il nuovo presidente a cui esprime gli auguri di buon lavoro.

Ficarra ancora una volta – sostiene il sindaco – si distingue per il livello politico dei suoi rappresentanti in consiglio comunale che hanno determinato situazioni di proficuo lavoro nell’interesse supremo ed esclusivo dalla comunità. Situazioni queste che, anche in rapporto a ciò che succede in altri paesi, rappresentano un modello in grado di favorire la crescita e la coesione sociale di una comunità. Per me che sono alle fine del mandato elettivo e da sempre sostenitore della affermazione di rapporti sia personali che politici improntati alla serenità ed al rispetto reciproco, non poteva esserci epilogo migliore”.   

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close