SalvatorePercacciolo1-777x437 (1)

Il Maestro Percacciolo dirige al Teatro di Verdura

Mirto – Il Maestro Salvatore Percacciolo, originario di Mirto, dirigerà l’Orchestra Sinfonica Siciliana nel contesto dell’Estate palermitana 2015, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo. Venerdì 31 Luglio alle ore 21:15 andranno in scena al Teatro di Verdura due capisaldi della musica classica: la Sinfonia “Jupiter” di Mozart e la Quinta Sinfonia di Cajkovskij.

La Sinfonia n. 41 di Mozart, per la grandiosità dei suoi temi e della sua architettura musicale, fu soprannominata dall’impresario londinese Peter Salomon, in un’edizione postuma di una trascrizione pianistica, “Jupiter”. Completata il 10 Agosto 1788, la “Jupiter” chiuse un bimestre prodigioso e creativo per Mozart che, in brevissimo tempo, scrisse i suoi tre ultimi capolavori sinfonici; le altre due composizioni furono la Sinfonia n. 39 in mi bemolle maggiore il 26 Giugno e la Sinfonia in sol minore il 25 Luglio 1788, meno di un mese prima della “Jupiter”.

La Quinta Sinfonia di Cajkovskij, composta tra il 30 Maggio e il 26 Agosto 1888 a distanza di undici anni dalla Quarta, costituisce il secondo atto della cosiddetta trilogia del destino e si pone in relazione con la precedente che ne rappresenta il primo e con la Sesta (la celebre Patetica), che corrisponde al terzo e atto conclusivo. Il tema conduttore delle tre sinfonie è il destino che incombe spesso sulle vicende umane con esperienze drammatiche.

Il Direttore Salvatore Percacciolo ha studiato pianoforte, composizione e direzione d’orchestra. Allievo di Piero Bellugi e Jorma Panula, nel 2010 consegue il diploma di merito alla “Scuola dell’opera italiana” di Bologna, dove ha avuto la possibilità di approfondire il repertorio lirico con Bruno Bartoletti, Donato Renzetti, Renato Palumbo e Nicola Luisotti. Il Maestro Percacciolo è stato finalista al concorso “F. Capuana” di Spoleto, ha vinto il premio “Carlo Maria Giulini” presso la Scuola di Musica di Fiesole, è stato assistente musicale in diverse produzioni operistiche alla Staatsoper di Monaco di Baviera, alla Deutsche Oper e alla Staatsoper di Berlino. Nel 2014, a seguito di una selezione internazionale, viene invitato dal Maestro Lorin Maazel come “Conductor Fellow” presso il Festival di Castleton in Virginia. Tale invito gli consente, oltre che seguire le preziose lezioni del Maestro Maazel, di intraprendere una stretta collaborazione in diverse produzioni. La grande fiducia e stima gli valgono inoltre la sostituzione del Maestro Maazel nel “Don Giovanni” di Mozart, all’interno della stagione del Festival statunitense.

Accanto alle produzioni operistiche, Salvatore Percacciolo ha diretto numerosi concerti sinfonici, spaziando dal barocco alla musica contemporanea. Infatti è salito sul podio della Filarmonica Ucraina di Kiev, dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, dell’Orchestra “G. Rossini” di Pesaro, dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari e del Teatro Comunale di Bologna, dei Pomeriggi Musicali di Milano, dell’Orchestra “Giuseppe Verdi” di Parma, dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo, della Mediterranean Chamber Orchestra.

Salvatore Percacciolo ama suonare il pianoforte in diversi gruppi da camera, collaborando con diversi musicisti provenienti da prestigiose Orchestre, quali Muenchner Philharmoniker, Deutsches Symphonie Orchester Berlin e Berliner Philharmoniker. Inoltre è reduce dall’acclamato successo di pubblico e critica per il secondo anno consecutivo, presso il Festival di Castleton in Virginia; ha diretto nel Festival statunitense l’Heure Espagnole di Ravel e la prima mondiale dell’opera Scalia/Ginsburg del compositore americano Derrick Wang.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close