ospedale-cutroni-zodda

Ospedali riuniti, progetto di rilancio

BARCELLONA P.G. – Giovanni Formica e Roberto Materia hanno incontrato il manager dell’Asp 5, Gaetano Sirna. I sindaci di Milazzo e Barcellona Pozzo di Gotto sono stati rassicurati circa l’intenzione di potenziare il progetto degli ospedali riuniti così come previsto dalla pianificazione regionale. “L’obiettivo – ha detto Giovanni Formica – è quello di rilanciare gli ospedali riuniti di Barcellona e Milazzo con una vera sinergia che non penalizzi nessuna delle due strutture, ma che anzi le porti a crescere insieme nella capacità di dare risposte all’utenza del territorio. E’ stato ribadito che l’area medica sarà concentrata a Barcellona, mentre nella nostra struttura ci sarà l’area chirurgica. Questa sinergia determinerà anche una riorganizzazione dei reparti che sarà affrontata successivamente In tutti i casi – ha proseguito il sindaco di Milazzo – abbiamo ribadito che quando si parla di salute è necessario fare riferimento innanzitutto a standard di sicurezza e qualità di elevato spessore, e non è quindi possibile immaginare, tra città limitrofe, due ospedali con le stesse identiche caratteristiche, che vuol dire doppioni di reparti, di personale e di prestazioni. Oggi, alla luce anche delle direttive del Ministero della Sanità occorre rilanciare entrambi i nosocomi e ritengo che il progetto “ospedali riuniti” sia determinante per aumentare l’efficienza complessiva dei presidi, con una distribuzione migliore del personale, un ottimizzazione delle risorse economiche ed un’offerta specialistica di elevato valore qualitativo. È evidente che nella programmazione occorrerà tener conto della specificità del territorio, e nel nostro caso della radicata esistenza di un polo industriale». Roberto Materia ha invece reso noto ai suoi concittadini che il Direttore Generale Sirna che ha confermato gli impegni presi il 23 giugno scorso scadenzandoli entro e non oltre settembre. Il primo cittadino di Barcellona Pozzo di Gotto ha affermato che sono previsti: il miglioramento del servizio di emergenza-urgenza attraverso il completamento dell’organico del Pronto Soccorso; Il potenziamento di cardiologia che potrà contare su otto medici e non più soltanto su due. Saranno messe a disposizione in maniera permanente due ambulanze che potranno garantire un rapido trasferimento delle urgenze a livello di chirurgia a Milazzo. “Avremo garantiti 30 posti per la riabilitazione cardio-polmonare e partirà la gara, 800.000 euro disponibili- ha affermato Materia- per il completamento del padiglione del Cutroni Zodda ad oggi incompleto. Ad essi, si è aggiunta la notizia che sarà reso possibile agli utenti del Cutroni Zodda usufruire dei servizi inerenti il day surgery (chirurgia di un giorno): si intende la possibilità clinica, organizzativa ed amministrativa di effettuare interventi chirurgici, o anche procedure diagnostiche e/o terapeutiche invasive o semi invasive, in regime di ricovero limitato alle sole ore del giorno od, al limite, con un solo pernottamento. Di quanto appena affermato sarà mio compito riferire al più presto in Consiglio Comunale”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close