ron

Ron per la festa di S. Anna

Floresta – Grande appuntamento musicale Domenica 26 Luglio 2015 a Floresta per la festa di S. Anna. A partire dalle ore 22:00 in Piazza Umberto I si esibirà Ron, pseudonimo di Rosalino Cellamare. Il cantautore lombardo torna dopo due anni nel comprensorio nebroideo, dopo il concerto tenuto nel 2013 ad Alcara Li Fusi.

Ron nasce a Dorno, in provincia di Pavia, nel 1953 e inizia presto a partecipare ad alcuni concorsi; il primo di una certa rilevanza è, nel 1967, la quarta edizione della Fiera della Canzone Italiana di Milano. In uno di questi festival (in cui Ron canta il brano “24 mila baci” di Adriano Celentano), l’artista viene notato da un talent scout della RCA (casa discografica italiana nata nel 1949 e attiva fino al 1987, tratta dalla Radio Corporation of America). Nel 1969 partecipa, senza ancora avere inciso un disco, al Cantagiovani, una manifestazione musicale itinerante organizzata dalla RCA. Il debutto discografico di Ron avviene solo con il nome di battesimo, Rosalino, a 16 anni al Festival di Sanremo nel 1970 in coppia con Nada, cantando “Pà diglielo a Mà”. Nel 1971 scrive la famosa canzone “Piazza Grande” insieme a Lucio Dalla per la musica e a Gianfranco Baldazzi e Sergio Bardotti per il testo. Nel Febbraio 1973 viene pubblicato il suo primo album “Il bosco degli amanti”, utilizzando da qui in poi anche il suo cognome. Nel Novembre dello stesso anno Ron scrive il secondo disco “Dal nostro livello”. Nel 1980 esce l’album “Una città per cantare”, che contiene la canzone omonima, versione italiana del brano “The road” del cantautore statunitense Danny O’ Keefe; è questo il suo primo grande successo e il primo disco in cui l’artista compare con lo pseudonimo Ron. Il 1981 è l’anno di “Al centro della musica”, che ripete il successo del disco precedente. Ron ottiene un grande risultato nel 1982, vincendo il Festivalbar con “Anima”, canzone contenuta nel disco “Guarda chi si vede”. Nel 1985 viene pubblicato un album, che si intitola semplicemente “Ron”. Nel 1988 Ron partecipa a Sanremo con il brano “Il mondo avrà una grande anima”, sua seconda antologia dal vivo. Il 1989 segna l’inizio della carriera di Ron anche di produttore; infatti produce il primo album (“Sono cose che capitano”) del giovane esordiente Biagio Antonacci. Negli anni novanta Ron si impone al Festival di Sanremo; infatti nel 1996 vince la manifestazione canora con il brano “Vorrei incontrarti fra cent’anni”, in coppia con Tosca. Per l’occasione esce una nuova raccolta, con alcune delle sue canzoni rivisitate e nuovi arrangiamenti. Nello stesso anno Ron partecipa a Dicembre al Concerto di Natale in Vaticano, con il brano inedito “Natale tutto l’anno”. Il 27 Febbraio 2000 l’artista italiano festeggia i 30 anni di carriera con l’uscita di un doppio album (contenente duetti con Gianni Morandi, Biagio Antonacci, Tosca, Lucio Dalla) e una trasmissione televisiva a lui interamente dedicata e intitolata “Una città per cantare”. Nel 2001 incide la hit “Sei volata via”, scritta da Lorenzo Jovanotti. Nel 2005 esce, in allegato al “Corriere della Sera”, il disco “Ma quando dici amore”, costituito da 13 duetti con 14 grandi artisti della musica italiana e internazionale, come Anggun, Claudio Baglioni, Samuele Bersani, Luca Carboni, Carmen Consoli, Lucio Dalla, Elisa, Jovanotti, Raf e Tosca. L’intero ricavato della vendita dell’album viene devoluto all’AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), il cui presidente è l’amico Mario Melazzini. Per dare ancora maggiore visibilità al progetto, nel 2006 Ron torna al Festival di Sanremo con “L’uomo delle stelle”. Nel 2007 viene registrato dal vivo l’album “Rosalino Cellamare – Ron – in concerto” con l’accompagnamento dell’Orchestra Toscana Jazz. Nell’Aprile 2009, dopo il tragico terremoto che distrugge L’Aquila, ha partecipato all’incisione del brano “Domani 21/04/2009” di Mauro Pagani, i cui proventi sono stati devoluti alle popolazioni colpite dalla catastrofe. Nel 2014 Ron ritorna a Sanremo con le canzoni “Sing in the Rain”, scritta a quattro mani con Mattia Del Forno, e “Un abbraccio unico”, che viene eliminata alla prima serata.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close