BOLLETTE ATO: GALIPO’ INTERROGA IL SINDACO


Il consigliere di Minoranza Carmelo Galipò ha presentato una interrogazione al Sindaco sulla delicata questione delle bollette ATO. Secondo il rappresentante della lista “Insieme per cambiare” il Consiglio Comunale non ha mai esaminato i piani finanziari approvati e pubblicati dalla società d’ambito. Inoltre, sempre secondo Galipò, non state mantenute le promesse elettorali di una riduzione dei costi per i cittadini “in palese contraddizione con quanto registrato dagli utenti che si sono visti recapitate le bollette relative al 2011”. Carmelo Galipò interroga dunque il primo cittadino per sapere quali sono state le ragioni che hanno portato ad un aumento così sensibile della tariffa a carico degli utenti, se intende portare in Consiglio Comunale, per la loro discussione, gli atti della società partecipata ATO Me1 Spa e se intende aprire un tavolo tecnico per l’esame della problematica relativa alle bollette ATO ME1 Spa. Di seguito l’interrogazione integrale.

Il sottoscritto Carmelo Galipò Consigliere comunale del gruppo Insieme per Cambiare, Premesso
– Che, come si evince dal sito dell’ATO Me1 S.p.a.,  ai sensi dell’art. 8 del Dpr 27.04.1999, n.158 sono stati redatti i piani finanziari e la relazione di accompagnamento per la tariffa del servizio di Gestione dei rifiuti Urbani per gli anni 2005;
– che sono stati redatti i piani finanziari e la relazione di accompagnamento per la tariffa del servizio di Gestione dei rifiuti Urbani per gli anni 2006 – 2007 -2008 -2009;

Visto:
– Che il piano finanziario viene previsto quale strumento approvato dal comune relativamente agli interventi riguardanti il servizio di gestione dei rifiuti solidi urbani e lo stesso deve essere approvato contestualmente ai bilanci di esercizio in
quanto a tutti gli effetti costituisce allegato dello stesso;
– Che il costo del servizio ha subito dal 2005 graduale e costante aumento;

Considerato:
– che il Consiglio comunale non ha mai esaminato ne tantomeno approvato i suddetti piani, per cui non è dato sapere con quali atti, da quale organo ed in quali date sono stati approvati i piani finanziari relativi agli anni dal 2005 al 2009;
– che non abbiamo alcun dato in relazione al piano finanziario 2010 la relativa data approvazione;
– che non si conoscono i dati relativi al piano finanziario 2011 e la data di approvazione dello stesso (esercizio 2011 non ancora concluso)
– che nel corso di questi anni non è stato modificato il servizio prestato nella nostra comunità, anche se il costo dello stesso ha subito modifiche come riportato nei piani finanziari e sintetizzati nella superiore tabella;
– che in questi giorni sono state recapitate le fatture con allegati bollettini di pagamento relativi all’anno 2011, sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche;
– che da un raffronto con le fatture dell’ano 2010 si è riscontrato l’ennesimo aumento del costo a carico degli utenti;
– che nell’appena trascorsa campagna elettorale avevate “promesso” la riduzione dei costi a carico dei cittadini, quindi in palese contraddizione con quanto registrato dagli utenti che si sono visti recapitate le bollette relative al 2011;

premesso, visto e considerato quanto sopra, Interroga il Sig. Sindaco per sapere,
– quali sono state le ragioni che hanno portato ad un aumento così sensibile della tariffa a carico degli utenti;
– se intende portare in Consiglio Comunale, per la loro discussione, gli atti della società partecipata ATO Me1 Spa,;
– se intende aprire un tavolo tecnico per l’esame della problematica relativa alle bollette ATO ME1 Spa.

Si auspica l’organizzazione di tavoli tecnici, ai quali già da subito con spirito collaborativo ci riteniamo disponibili a partecipare. La presente segue l’atto ispettivo già inviato nei giorni scorsi e riveste carattere di urgenza tenuto conto della tematica affrontata, per cui si chiede risposta immediata, scritta e l’inserimento nella seduta del prossimo Consiglio Comunale.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close