L’UPEA VINCE IN CASA CONTRO MATERA


Ancora una vittoria per l’Orlandina Basket in casa contro Matera, formazione già affrontata nel girone di andata e sconfitta all’over time per 78-81. Con questa vittoria i bianco-blu conquistano due punti che li portano al secondo posto nella classifica della propria divisione, a sole due lunghezze dalla capolista Napoli, che giocherà domani in casa nel posticipo di DNA. Una match che ha visto tornare a calcare il parquet del PalaFantozzi tre ex glorie paladine: Andrea Pilotti e Cristiano Grappasonni (compagni di squadra a Capo d’Orlando nella vittoriosa annata 2004/05, conclusasi con la promozione in Serie A) e il coach Francesco Ponticiello.
Il primo quarto si apre con le due squadre che difendono a zona e una Capo d’Orlando che è più fortunata al tiro dalla lunga distanza. Ci pensa il solito Benevelli ad aprire le danze, seguito da un buon Crow e il capitano Zanelli, che, con soluzioni a volte contro ogni logica come la conclusione di una transizione con un arresto e tiro da 3 punti, porta la sua squadra al massimo vantaggio sul 20-13. Il primo periodo si chiude con l’Upea in vantaggio sul 27-22.
Nel secondo quarto l’Upea riesce ad allungare e, con le triple di Cardinali e Zampolli e un buon Damiani (autore anche di una stoppata), tiene in mano le redini del match sul 41-30, conquistando un vantaggio che difenderà sino all’inizio dell’ultimo periodo ed andando al riposo lungo sul 42-34.
Il terzo parziale vede una grande prestazione di Zampolli (autore di 10 punti), Crow e Zanelli, ai quali rispondono Pilotti, Grappasonni e un Vico che piazza un tiro dai 6.75 a fine del quarto facendo sì che gli ultimi 10 minuti si giochino a partire dal punteggio di 68-61.
L’ultimo periodo, dopo una tripla di un ottimo Damiani (18 la sua valutazione a fine partita), inizia nel segno di Cantagalli, che, piazzando due tiri da tre punti porta la sua squadra sul -4 (71-67). È l’unico momento in cui è messa in dubbio la vittoria finale dei paladini, ma ci pensa subito il capitano Zanelli (30 di valutazione) a rimettere in chiaro le cose, portando di nuovo i suoi sul +10 (79-69). Il finale di partita vede ancora un ottimo Crow e l’Upea che alla sirena finale, trionfa ancora 92-80.
“Non eravamo nella migliore forma, – dichiara coach Perdichizzi – Cardinali aveva un problema al collo, neanche Benevelli stava bene, ma abbiamo giocato di squadra e sono venuti punti importanti dalla panchina. Loro venivano da 3 vittorie di fila, noi dobbiamo migliorare soprattutto nella mentalità. I giovani devono abituarsi a giocare nei minuti importanti, credo che piano piano stiano migliorando e che potranno esserci d’aiuto in futuro”.

Di seguito il tabellino:
Upea Capo d’Orlando – Bawer Matera 92-80 (27-22, 42-34, 68-61)
UPEA: Alessandri 4 (1/5), Cardinali 3 (0/1, 1/2), Benevelli 10 (3/8), Crow 17 (3/7, 2/4), Zampolli 19 (4/5, 3/4), Damiani 9 (2/6, 1/1), De Min 4 (1/3, 0/2), Pellegrino 3 (1/1), Zanelli 23 (3/3, 4/8). Coach: Giovanni Perdichizzi.
MATERA: Vico 20 (5/8, 2/3), Castoro (0/1, 0/1), Pilotti 10 (4/6, 0/1), Cantagalli 16 (2/3, 4/5), Lagioia 3 (0/2, 1/3), Aprea 8 (4/5, 0/2), Centrone 2 (1/1), Tardito 11 (5/9), Grappasonni 10 (3/5, 0/1), Paternoster n.e. Coach: Francesco Ponticiello.
NOTE: Tiri da due: Upea 18/39, Matera 24/40; Tiri da tre: Upea 11/21, Matera 7/16; Assist: Upea 17 (De Min 4), Matera 16 (Vico 6); Rimbalzi: Upea 40 (Damiani 9), Matera 23; Stoppate: Upea 5 (Pellegrino e Benevelli 2).

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close