QUESTA SERA TEATRO MA… NON ERA UNA RASSEGNA PER COMPAGNIE PROFESSIONISTE ?


Promuovendo lo spettacolo di questa sera della rassegna teatrale “Capo d’Orlando Theater”, crediamo sia il caso di dover porre qualche domanda al direttore artistico Salvatore Monastra su una questione che sembra discriminante a vantaggio di conoscenze politiche e a discapito di chi da oltre 30 anni fa teatro nel territorio. Ci chiediamo, infatti,  come mai sia stata fatta la scelta di aggiungere altri due appuntamenti con il teatro amatoriale, dopo Frediana, in una rassegna di compagnie professioniste. Perché alcuni si ed altri no ? Non ce ne vogliano il bravo Piero di Maria e chi è stato chiamato a far parte del cartellone della rassegna ma crediamo che ci sia stata disparità soprattutto dopo alcune dichiarazioni pubbliche. Inizialmente, infatti, era stata confermata la partecipazione esclusiva di compagnie professionistiche che, inevitabilmente, rendeva impossibile l’inserimento di compagnie teatrali locali. Nei fatti però così non è stato.

Abbiamo chiesto conto di ciò al direttore artistico Salvatore Monastra che ci ha sostanzialmente spiegato di aver sfruttato, nel caso di Frediana, la pubblicità derivata dall’esibizione in settembre a Roma e per il PPAS la presenza del regista e attore Emilio Bonucci. Per quanto riguarda invece, la realizzazione di una rassegna esclusivamente di compagnie locali, pare che l’esperto alla cultura Giacomo Miracola abbia dei progetti nel campo in questione per cui staremo a vedere cosa ci offrirà il nuovo anno.

Questa sera intanto, alle 21,00, ritorna l’appuntamento con “Capo d’Orlando Theater” al Cineteatro Rosso di San Secondo. Primo spettacolo del nuovo anno, sarà una commedia di William Shakespeare, “Sogno di una notte di mezza estate”. L’opera, una delle prime scritte da Shakespeare, ha come tema principale l`amore romantico, che viene quasi sbeffeggiato senza che per questo motivo perda di significato. In scena, con la regia di Emilio Bonucci, si alterneranno un gruppo di attori costituito da allievi dei corsi di recitazione dell’Accademia PPAS di Capo d’Orlando e stagisti dello stesso Bonucci. “Il regista Bonucci è riuscito a far entrare gli attori perfettamente nei personaggi interpretati – ha dichiarato il direttore Artistico della rassegna Salvatore Monastra – dando peraltro un tocco personale ben assecondato da tutti i componenti della compagnia teatrale.” “Sogno di una notte di mezza estate” è anche il primo dei due appuntamenti che l’Amministrazione Sindoni ha previsto come fuori cartellone per gli abbonati di “Capo d’Orlando Theater”, il secondo sarà “Se il tempo fosse un gambero” in scena a data da stabilirsi. L’ingresso a teatro è previsto per le ore 21,00.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close