Sequestro-alimenti-CC-Barcellona-P.G.

Tre ristoratori nei guai

BARCELLONA – Tre titolari di altrettanti esercizi commerciali nei guai a seguito di un’attività ispettiva condotta nei giorni scorsi dalla Compagnia dei Carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto unitamente al personale dei NAS di Catania. Nel corso dell’attività sono stati controllati diversi esercizi di ristorazione del centro e della frazione costiera di Calderà. I militari hanno passato al setaccio i vari locali controllando la salubrità degli ambienti e degli alimenti, verificando il rispetto delle normative igienico – sanitarie e di sicurezza sui luoghi di lavoro, e la regolarità delle licenze e autorizzazioni amministrative. All’esito del servizio straordinario i militari della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto hanno deferito in stato di libertà i titolari di tre attività: due ristoranti/pizzerie per violazioni di norme a tutela della salute dei dipendenti e della sicurezza sul lavoro e di un pub per tentata frode in commercio e detenzione arbitraria di alimenti in cattivo stato di conservazione. Nei due ristoranti/pizzerie è stata riscontrata l’assenza dei servizi igienici e degli spogliatoi (la cui presenza invece è prevista per legge) ad uso esclusivo del personale dipendente. Nel pub sono stati rinvenuti diversi alimenti stipati in promiscuità e in cattivo stato di conservazione. Per tale motivo, al termine dell’attività ispettiva, sono stati posti sotto sequestro sanitario carne, pesce e vegetali per un totale di circa 22 Kg. Oltre alle denunce per i reati rilevati, sono state elevate sanzioni pecuniarie per violazioni amministrative ammontanti ad oltre 10000 euro. Con l’avvicinarsi della stagione turistica, i Carabinieri della Compagnia, con il supporto dei reparti speciali dell’Arma, effettueranno ulteriori controlli nel settore sanitario e alimentare in tutto il comprensorio barcellonese.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close