municipio-torrenova-777x437

“Disponibili al confronto”

Torrenova – Il Comitato “No Biomasse – No Pirolisi” rappresentato da salvatore Lionetto, Angelo Corpina e Giuseppe Musarra, e Legambiente con Enzo Bontempo rispondono all’invito rivolto qualche giorno fa dal Sindaco Salvatore Castrovinci ad un confronto chiaro e franco e con tutte le componenti interessate alla discussa vicenda.

Di seguito la risposta integrale del comitato e di Legambiente:

Oggetto: dibattito impianti di energia elettrica da fonti rinnovabili. Invito.

Riscontriamo la Sua lettera del 24/6/2015 all’oggetto. Intendiamo improntare i rapporti con codesta Amministrazione Comunale alla massima chiarezza e franchezza così che siano evitati da ogni parte tatticismi e insinuazioni. Perciò, preliminarmente ci pare il caso di precisare che non rientra negli obiettivi degli scriventi creare allarmismo e confusione.

Se confusione c’è in questa vicenda si deve soprattutto al fatto che nella fase istruttoria delle richieste relative all’insediamento di tre centrali a biomasse l’Amministrazione Comunale di Torrenova non ne ha informato la cittadinanza e non ha avviato un serio ed informato dibattito con la cittadinanza e con le sue rappresentanze politiche e sociali.

Sperando di avere chiarito questo aspetto, confermiamo la nostra disponibilità ad un incontro nel quale si definiscano i termini dell’auspicato dibattito pubblico sulla questione. Ad ogni buon fine, resta inteso che:

• nostra interlocutrice istituzionale è l’amministrazione comunale nelle sue articolazioni (il Sindaco, l’Assessore all’Ambiente, silente su questa vicenda a differenza dell’attivismo mostrato in occasione della meno impattante discarica di inerti, il Consiglio Comunale);

• oggetto del dibattito sarà la valutazione dell’impatto sulle varie componenti ambientali delle tre centrali assentite, i possibili effetti salute pubblica, sulle attività produttive (agricoltura, turismo, commercio) e sul ciclo dei rifiuti;

• non è nostra interlocutrice la portatrice di interessi ditta Nautilus, che al dibattito pubblico ha preferito il confronto nella aule giudiziarie citando in giudizio civile e querelando penalmente i rappresentanti del Comitato, sulla cui partecipazione all’eventuale convegno non poniamo tuttavia alcun veto;

• secondo le più elementari regole di un confronto ufficiale tra posizioni contrastanti che si auspica porti a soluzioni condivise, i lavori di realizzazione delle centrali devono essere sospesi nelle more del suo svolgimento.

Infine, nel prendere atto della Sua affermazione circa la volontà di non recare pregiudizio alla salute pubblica degli abitanti di Torrenova e dei paesi limitrofi, riteniamo utile farLe rilevare la costruzioni di questi impianti suscita vivace e serrato dibattito in tutto il territorio nazionale che in nessun caso ha sconfinato nella “scomunica” dei dissidenti da parte dei rappresentanti delle istituzioni pubbliche le quali dovrebbero rappresentare l’intera collettività.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close