Mauro Aquino

Aquino senza maggioranza

Patti – Quattro consiglieri su venti appoggiano il sindaco di Patti Mauro Aquino. Questa la difficile situazione politica creatasi a Patti, dove il giovane Avvocato Aquino vede sgretolarsi sempre più la coalizione che lo aveva appoggiato alle passate elezioni amministrative. Negli anni scorsi avevano lasciato la coalizione di governo anche Achille Fortunato ed Alessio Papa, questa volta a lasciare il primo cittadino sono stati i consiglieri Nino Calderone e Mariella Gregorio Nardo, i motivi della scelta sembrano essere scaturiti dal recente ingresso in Giunta di Giovanni Franchina che ha sostituito Enzo Orifici dimessosi per motivi personali.

Solo quattro, dunque, i fedelissimi di Aquino: Nico Giuttati, Salvo Placido, Giovanni Franchina e Mimmo Pontillo che, benchè appartenga a una sorta di gruppo “indipendente”, da diversi mesi si è schierato pro – Aquino.

Un’amministrazione, quella di Mauro Aquino, che “governa” Patti senza una maggioranza di fatto in seno al Consiglio Comunale e con uno stuolo di malumori di contorno.  “Eravamo convinti – hanno scritto in una lettera aperta Calderone e Gregorio – che la collaborazione e condivisione tra consiglieri comunali e sindaco riguardasse i vari ambiti della vita amministrativa. Scelte condivise e decisioni determinanti per la vita della Città prese insieme, dovevano rappresentare il modus operandi di questo quinquennio amministrativo. Abbiamo con nostro grande rammarico assistito a scelte non condivise, fatte magari in altri luoghi e calate possibilmente dall’alto. Nonostante il deficit di democrazia, abbiamo sempre continuato a sperare in un cambio di rotta, in una maggiore partecipazione nelle scelte e nelle decisioni importanti per lo sviluppo della nostra Città. Purtroppo, con nostra grande amarezza, dobbiamo ammettere che così non è stato”.

Chissà quale futuro politico si prospetta per Patti e per l’Amministrazione guidata da Mauro Aquino.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close