Spiaggia Gliaca

PUDM: ecco il vero iter di approvazione

Piraino – Mancano ancora alcuni passaggi e sicuramente non è ancora definitivo l’iter di approvazione del PUDM, il famoso Piano di Utilizzo Demaniale, meglio conosciuto come Piano Spiagge, per il Comune di Piraino.

La situazione del Piano Spiagge di Piraino affonda le radici nel lontano 2008, quando l’esecutivo guidato dall’allora sindaco Giancarlo Campisi, affidò ai progettisti, l’Architetto Roberta Stancampiano e il Geologo Ignazio Sidoti,  l’incarico di redigere l’anelato piano che avrebbe dovuto finalmente disciplinare l’utilizzo dell’arenile pirainese.  Risale al 2013, invece, la delibera emanata dalla nuova Giunta Municipale con a capo il Sindaco Gina Maniaci, nella quale si individuavano e integravano le risorse necessarie al proseguimento dell’iter. Con Delibera n. 71 del 26/05/2015, proprio pochi giorni fa, dopo due anni dall’ultima deliberazione, la Giunta Municipale, nuovamente mutata nell’assetto (sono stati sostituiti, infatti, gli Assessori Dovico Lupo e Anastasi, che si erano occupati della questione spiaggia) ha preso atto della redazione del progetto del PUDM. Non è un caso che il 13 Maggio scorso La Regione Sicilia abbia emanato la cosiddetta Circolare “Ponte”, che “invitava” i tanti Comuni inadempienti ai quali non sono bastati quattro anni per redigere i rispettivi Piani a mettersi in regola con la documentazione da produrre, pena il commissariamento.

Un aut aut dunque da parte del Governo Regionale, per sbloccare lo stallo che in tutti questi anni ha penalizzato la nascita di nuovi stabilimenti balneari e la buona gestione degli arenili dei Comuni che, come Piraino, non hanno ancora attivato l’iter richiesto.

A Piraino, dunque, la strada da percorrere presenta ancora un ostacolo non di poco conto: l’approvazione da parte del Consiglio Comunale, previa pubblicazione del Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo per un periodo non inferiore a trenta giorni, nell’albo pretorio e nel sito istituzionale del Comune di Piraino, durante i quali tutti i cittadini potranno fare le loro osservazioni. Solo dopo tutto ciò, il PUDM  verrà poi inviato alla Regione Sicilia per l’approvazione definitiva.

Con la presenza di ben 5 richieste di concessione per la gestione degli stabilimenti balneari al protocollo del Comune di Piraino, sembra doveroso portare a conoscenza la cittadinanza e i soggetti portatori di interesse legittimo, delle caratteristiche dello strumento di pianificazione territoriale, recependo osservazioni, informazioni, punti di vista e opinioni.

Ma, con ben 8 consiglieri d’opposizione e dunque senza maggioranza, riuscirà il PUDM a passare indenne la prova del Consiglio Comunale?

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close