OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Funzionario declassato fa appello al giudice del lavoro

Sinagra – Un funzionario comunale si rivolge al giudice del lavoro chiedendo l’annullamento di una delibera di giunta, risalente al 15 gennaio 2014. Con questa fu stabilito che il dirigente in questione, venisse declassato dalle proprie mansioni, ricoperte da circa un trentennio. Consecutivamente alla vicenda, gli fu assegnato un ruolo diverso da quello predisposto e non di propria competenza. Al momento attuale, lo stesso, compiange il fatto di non avere compiti specifici da svolgere consoni alle proprie abilità.
Essendo stato dequalificato, egli ritiene di aver subito danni psicologici ed economici e per tale motivo ha avanzato ricorso al giudice del lavoro, affinché con un annullamento della delibera possa ricevere la giustizia sperata. Il provvedimento non risulterebbe lineare con l’articolo 19 della legge 165/2001, per cui l’incarico del dirigente doveva avere una durata di 5 anni, fino al 5 giugno 2015. Secondo il funzionario, inoltre, l’amministrazione avrebbe potuto non rinnovare l’incombenza ma, secondo l’articolo 9, comma 2 del decreto legge 78 del 2010, bisognava affidargli un altro onere. Adesso l’esito della vicenda è affidato interamente alla decisione del giudice. Il gruppo consiliare di minoranza “Uniti per Crescere”, si è inserito nella circostanza esprimendo la propria solidarietà nei confronti del diretto interessato dell’ingarbugliata questione, attraverso una nota scritta.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close