UN RISVEGLIO ARTISTICO PER S. AGATA E SANTO STEFANO


La devozione alla bellezza e la volontà di risvegliare le coscienze nei confronti della conservazione e la tutela del sito storico culturale e artistico del cimitero della ceramica di Santo Stefano di Camastra, ha indotto quest’estate il maestro Tamburello a curare una mostra fotografica. Un pungolo, uno stimolo, ma anche una lucida strategia di comunicazione per risvegliare l’interesse dell’amministrazione locale. L’obiettivo è stato raggiunto anche se molto deve ancora essere fatto. I Lions di S. Agata hanno ascoltato l’impegno profuso dal maestro stefanese mettendo a disposizione una location di prestigio: il castello gallego, per promuovere e sostenere il risveglio della coscienza: “abbiamo un monumento non facciamolo morire”. un grido di speranza e titolo della mostra che oggi alle 18.00 sarà aperta al pubblico con il patrocinio del comune di S. Agata. Interverranno il dr. Umberto Musarra presidente Lions club S. Agata Militello, Bruno Mancuso sindaco di S. Agata Militello,  Giuseppe Mastrandrea sindaco di S. Stefano di Camastra, Antonino Ferro commissario del parco dei Nebrodi, Geom. Antonello Pettignano funzionario Soprintendenza beni culturali di Messina e la dr.ssa Flora Tumminello giornalista che ha affiancato il maestro nell’impegno culturale “del risveglio artistico” produttrice e ufficio stampa del video sul sito del  Cimitero delle Ceramiche. Riprese che inizieranno a primavera prossima sotto la regia di Marco Mozzato.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close