Cortolillo_Prestipino 98

Interrogazione su possibili controlli dell’Ispettorato Provinciale del Lavoro

Sant’Angelo di Brolo – In seguito alle indiscrezioni circolate negli ultimi giorni, i consiglieri comunali Francesco Paolo Cortolillo e Emanuele Prestipino interrogano il sindaco Basilio Caruso per appurare se l’Ispettorato Provinciale del Lavoro abbia realmente ispezionato la Sede Comunale di via San Francesco d’Assisi.

Già nello scorsa seduta del consiglio era stata oggetto di dibattito la precaria condizione di sicurezza dell’ex scuola elementare, sprovvista del DVR, ovvero il Documento di Valutazione dei Rischi, un atto obbligatorio che deve essere presente all’interno della sede lavorativa.

Al Sindaco di Sant’Angelo di Brolo

  S  E  D  E

Oggetto : Interrogazione.-

I sottoscritti Consiglieri Comunali Francesco Paolo Cortolillo e Emanuele Prestipino,

PREMESSO che sono venuti a conoscenza di alcune ispezioni eseguite a cura dell’Ispettorato Provinciale del Lavoro di Messina presso la Sede Comunale, presumibilmente per verificare le misure di sicurezza adottate dal Comune per la tutela della salute dei dipendenti e della numerosa utenza di cittadini che usufruiscono dei servizi comunali;

CHE il Testo Unico sulla Sicurezza sul lavoro (D. Lgs. n.81/2008) contiene importanti norme innovative, atte a tutelare la salute dei lavoratori sui luoghi di lavoro, come ad esempio i corsi di formazione per il primo soccorso, il corso antincendio, il DVR (Documento di Valutazione dei Rischi) ,i corsi di evacuazione etc.;

CHE il predetto Documento di Valutazione dei Rischi è un atto fondamentale e obbligatorio a carico del datore di lavoro, che deve essere presente all’interno della sede lavorativa e disponibile per l’eventuale esame da parte degli Organi di Controllo;

CHE nell’ultima seduta di Consiglio Comunale, nel corso del dibattito, su esplicita richiesta dei sottoscritti, è emersa, anche per ammissione della S.S., l’assenza del precitato DVR, relativo al plesso dell’ex scuola di San Francesco di Assisi, attualmente adibito a Municipio;

TUTTO CIO’ PREMESSO

 I  N  T  E  R  R  O  G  A  N  O

la S.S. per sapere :

  • Se risulti vera l’ispezione dell’Ispettorato Provinciale del Lavoro e se è vero che la stessa ispezione sia stata disposta su mandato della Procura della Repubblica di Patti;
  • Se,nel corso dell’ispezione, siano state riscontrate eventuali anomalie o irregolarità e quali, oltre a conoscere a carico di chi siano;
  • Se, in fase di accertamento siano state rilevate eventuali irregolarità, siano state applicate sanzioni e di che natura le stesse siano;
  • Se i locali del plesso di San Francesco, ritenuti a suo tempo dalla S.S. ”poco sicuri” al punto da avere trasferito la “storica sede” delle scuole elementari in altro plesso, siano dotati della necessaria agibilità ed idoneità statica, della obbligatoria Certificazione Prevenzione Incendi (C.P.I.), regolarmente aggiornata e revisionata dai Vigili del Fuoco, della conformità di messa a terra degli impianti elettrici, ai sensi della Legge n.37/2008;
  • Se le irregolarità eventualmente accertate producano costi di natura economico-finanziaria per il Comune di Sant’Angelo di Brolo;
  • Se, qualora dall’esito delle ispezioni risultino accertate irregolarità, si voglia procedere all’accertamento di eventuali responsabilità amministrative, addebitabili, nell’eventualità, ad amministratori o a figure apicali del Comune.

I sottoscritti, nel comunicare che la presente sarà trasmessa ai vari Organi Competenti, chiedono urgente risposta scritta in merito ai quesiti posti e, inoltre,  data la gravità dei fatti avvenuti, che venga discussa nel prossimo Consiglio Comunale, affinchè tutti i Consiglieri Comunali  e i cittadini siano informati su quanto accaduto.

Sant’Angelo di Brolo, 19 maggio 2015

F.to :  I Consiglieri Comunali Francesco Paolo Cortolillo e Emanuele Prestipino

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close