Angelo Tudisca

Il Governo premia Tusa, finanziata la “casa protetta”

Tusa – Il Comune di Tusa ha rispettato i tempi assegnati del Programma “Cantieri in Comune” del Decreto Legge “Sblocca Italia”, provvedendo ad aggiudicare i lavori relativi alle “Opere connesse al completamento della casa protetta per anziani”.

In seguito ad espletamento di procedura negoziata, i lavori sono stati aggiudicati all’Impresa TST Project s.r.l. con sede a Catania che ha offerto il ribasso percentuale del 38,6866% sull’importo a base d’asta pari ad €. 221.068,68.

I lavori sono stati finanziati dalla Presidenza del Consiglio dei ministri con DL 133/14, in seguito all’istanza presentata dal Sindaco Angelo Tudisca, in risposta all’email scritta, il 2 giugno 2014 dal Premier, Matteo Renzi, il quale invitava i sindaci a presentare idee progettuali.

In tutta Italia le opere finanziate, che riguardavano opere “di completamento”, pezzi cioè di opere comunali che hanno già un primo lotto realizzato o finanziato, sono state 137 ed in Sicilia solo 15 e tra questi il Comune di Tusa che ha presentato il progetto per il completamento della casa protetta per anziani, per un importo di 350.000,00 euro.

L’Amministrazione comunale ha rispettato le stringenti scadenze imposte dal decreto legge (opere appaltabili entro il 30 aprile 2015 e cantierabili entro il 30 agosto 2015) grazie all’impegno profuso dai dipendenti comunali, coadiuvati nell’occasione dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Scira, e dall’Assessore, Domenico Grillo.

Entusiasta il Sindaco, Angelo Tudisca, il quale afferma che “nel mio primo mandato ho fortemente voluto, utilizzando l’avanzo di amministrazione, l’apertura della casa protetta che, altrimenti, sarebbe rimasta l’ennesima opera pubblica incompiuta della nostra Regione. Il completamento della casa protetta era uno dei punti programmatici presentato ai cittadini alle ultime elezioni e ci siamo fatti trovare pronti quando è stato emanato un bando che ci consentisse di ottenere un finanziamento per raggiungere l’importante traguardo. Risultato che voglio condividere con i componenti della Giunta e del Consiglio Comunale, e con i dipendenti comunali, che hanno lavorato senza sosta per rispettare i ristrettissimi tempi ministeriali. Oggi la struttura lavora a pieno regime, difatti, nella stessa risiedono ben 16 persone, numero che si raddoppierà alla conclusione dei lavori”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close