image-6

Fratricidio di Oreto, la disperazione di una famiglia. I dettagli.

BARCELLONA P.G. – Una famiglia disperata,  segnata dalla tragedia. E’ quella dei fratelli Crisafulli. Erano le cinque del mattino quando il più piccolo dei due, il trentenne Alessandro, ha sparato un colpo di fucile da caccia contro Roberto, centrandolo al petto. Nulla da fare per il fratello maggiore. Il tragico episodio è avvenuto nell’abitazione familiare al civico 118 della Statale Oreto al culmine di una lite, a quanto pare l’ennesima, che si è consumata sotto gli occhi dei genitori. Sembra che Roberto Crisafulli fosse rincasato da poco in evidente stato di ebbrezza e forse avrebbe un po’ alzato i toni anche contro i genitori. Sarebbe stata questa l’origine del diverbio sfociato poi nell’estremo gesto di Alessandro che al momento si trova in stato di fermo e che sarà sottoposto al guanto di paraffina. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, coordinati dal capitano Fabio Valletta e dal tenente Luca Geminale.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close