PALA FANTOZZI: NOVE INDAGATI


La Procura della Repubblica di Patti ha inviato, a nove indagati, la comunicazione di chiusura di indagini preliminari riguardanti l’inchiesta sulla capienza del Pala Fantozzi. La notizia è stata riportata da un periodico messinese e si riferisce ad una vicenda risalente al 2005 quando l’Upea Orlandina Basket, per la prima volta, si apprestava a disputare il massimo campionato di basket. A ricevere l’avviso di conclusione di indagini preliminari sono: l’ingegnere Michele Gatto, e i componenti della commissione comunale di vigilanza: l’ex sindaco di Capo d’Orlando Massimo Carrello, il funzionario dei vigili del fuoco Giuseppe Biffarella, originario di Mistretta, Leone Miceli dell’Ausl 5, il dirigente comunale Alfredo Gugliotta, il capo dei vigili urbani Maria Teresa Castano, l’esperto dell’allora Amministrazione Comunale Giuseppe Paparone, Ernesto Forte del Coni Provinciale e l’attuale presidente dell’Orlandina, ai tempi DS, Francesco Venza. Secondo gli inquirenti era stato dichiarato il falso nel verbale del 15 settembre del 2005 ( la vicenda lasciò con il fiato sospeso migliaia di tifosi) dove veniva ufficializzata una capienza di 3.613 posti a sedere. Secondo successivi controlli la realtà era ben diversa. Sembra infatti che fossero meno di 3mila e da qui l’avvio delle indagini. In effetti non sembrano corrispondere, sempre secondo gli inquirenti, le dichiarazioni ufficializzate da Ciccio Venza realtivamente alla capienza di una delle due tribune che il dirigente della società paladina aveva indicato in 2.026 a fronte dei 1.520 indicati nel progetto di adeguamento a firma dell’ingegnere Gatto. Ai tempi per partecipare al campionato di Serie A di Basket bisognava disporre di un palazzetto che avesse minimo 3.500 posti a sedere.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close