foto esposito

“Biblioteche in rete”, Esposito: «Enorme possibilità»

Torrenova – Quarantadue librerie comunali della provincia di Messina tutte in rete. La rete informatizzata per la catalogazione del Servizio Bibliotecario Regionale/Polo di Messina verrà quindi estesa. Grazie ad un finanziamento del Programma Operativo Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, richiesto ed ottenuto dal soprintendente Rocco Giovani Scimone, che ha nominato responsabile unico del procedimento l’arch. Maria Mercurio, le biblioteche di ben quarantadue comuni appartenenti al polo di Messina diventeranno delle vere e proprie ”biblioteche in rete”.

Il programma verrà attuato a partire da settembre e consisterà nell’organizzazione di corsi di aggiornamento per gli operatori delle biblioteche e la realizzazione dell’app gratuita per tablet e smatphone che permetterà agli utenti registrati di gestire facilmente le comunicazioni con le altre biblioteche che hanno aderito, ricevere informazioni e coordinare gli ordinari prestiti dei libri. Ogni “biblioteca in rete” sarà dotata, pertanto, di terminali, con postazioni di lavoro competenti per svolgere la consultazione del catalogo attraverso un innovativo programma di ricerca, l’Opac, e per effettuare il continuo aggiornamento del database. Le biblioteche in possesso di una rete wi-fi verranno dotate anche di tablet per consentire la consultazione di giornali, lettura di e-book e riviste online, nonché agevolerà le ricerche pertinenti attraverso internet.

L’amministrazione comunale di Torrenova guidata dal sindaco Salvatore Castrovinci non si è lasciata sfuggire l’occasione e, anche grazie all’input dell’esperta del comune dott.ssa Enza Caliò, ha fatto immediatamente richiesta di adesione. Adesione che è andata a buon fine e che permetterà all’utente torrenovese di avere a disposizione un ampio ventaglio di offerte in quanto potrà fare uso di libri  provenienti da tutte le biblioteche annesse. L’esperta del comune Enza Caliò collaborerà, quindi, per aiutare  il personale destinato alla biblioteca comunale nella catalogazione e nella predisposizione del nuovo sistema.

«L’iniziativa è importantissima sotto il profilo culturale perché non è più l’epoca della lettura del libro “chiuso” in biblioteca – ha dichiarato il vice-sindaco torrenovese Ennio Esposito -. Le biblioteche, inoltre, hanno difficoltà ad andare avanti a causa dei finanziamenti regionali davvero minimi e la maggior parte va avanti con le donazioni. Anche  per questo motivo – ha continuato il vice-sindaco – il numero degli utenti è sceso notevolmente a fronte della possibilità di avere a disposizione una vasta e variegata gamma di libri da poter consultare e leggere. Dare questa enorme opportunità ai nostri concittadini è per noi amministratori una vittoria».

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close