Acquedolcese

Acquedolcese, che beffa! Ravanusa in Promozione

Acquedolci – Cocente beffa per l’Acquedolcese, che nella finalissima dei play-off di Prima Categoria contro il Ravanusa cede il passo 1-0 agli agrigentini dopo aver sciupato tantissimo, rimandando, almeno ad oggi, il salto in Promozione.

L’incontro, disputato in campo neutro al “Comunale” di Casteldaccia, mette di fronte due formazioni sulla carta di pari livello, ma sono i nebroidei di mister Mezzanotte a fare la partita. Dopo un inizio di marca agrigentina con Loggia vicino alla rete nei primi minuti, sono i biancoverdi a cercare con continuità il punto del vantaggio. Nell’ordine, prima è Noto con una punizione da venticinque metri che sfiora l’incrocio dei pali a mettere i brividi a Loretta, poi è Calabrese con una conclusione a sorpresa da trenta metri a cercare di sorprendere l’estremo difensore avversario, infine è Pizzuto a cogliere il palo a portiere battuto in un primo tempo che si chiude a reti bianche.

Nella ripresa la musica non cambia. L’Acquedolcese parte forte ed è ancora Pizzuto dall’altezza del dischetto a tirare a botta sicura trovando però un monumentale Loretta a negare la gioia del gol all’ex attaccante della Santangiolese. I biancoverdi continuano a tenere in mano il pallino del gioco per tutta la seconda frazione di gioco mentre il Ravanusa si affida alle rapide ripartenze del trio Loggia-Merlo-D’Angelo che comunque non impensieriscono più di tanto Lionetto. All’82’ la grande occasione per i messinesi: Castrovinci viene atterrato in area ed è rigore. A prendersi la responsabilità dagli undici metri è Calabrese ma il suo penalty viene neutralizzato da Loretta, che intuisce e diventa sempre più protagonista dello spareggio. Questa è l’ultima opportunità di un match che vede i regolamentari concludersi sullo 0-0, con grande rammarico della formazione di Acquedolci.

La beffa per i ragazzi di Mezzanotte è dietro l’angolo e puntuale giunge al 5′ del primo tempo supplementare, quando un velenoso sinistro da fuori di Lo Curto regala l’inaspettato vantaggio al Ravanusa. L’Acquedolcese si riversa in massa nella metà campo avversaria alla disperata ricerca del pari. Nel secondo tempo supplementare, però, le incornate di Biundo prima e Pizzuto poi non hanno buona sorte. Nel finale saltano un po’ i nervi in casa biancoverde, con Madonia che viene espulso per proteste. Il Ravanusa, intanto, difende strenuamente il vantaggio e porta a casa il successo per 1-0 che vale la Promozione. Per la compagine nebroidea tanta delusione e molti rimpianti dopo una partita disputata certamente meglio dei rivali. Per Siragusa e compagni la Promozione dovrà arrivare percorrendo un’altra strada.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close