IMG-20150418-WA001

Deposito selvaggio di rifiuti e videosorveglianza, interrogazione della minoranza

Capo d’Orlando – Manutenzione della videosorveglianza per i prossimi tre anni ad un costo di oltre 30.000,00 euro. Questa la soluzione che l’amministrazione di Capo d’Orlando ha adottato per porre rimedio alle carenze del sistema di videosorveglianza comunale evidenziate dal responsabile della sicurezza e manutenzione degli impianti di videosorveglianza dopo il sopralluogo avvenuto il 15 gennaio 2015. Un sistema di videosorveglianza che, però, secondo la minoranza fa ancora acqua. Oltre alla manutenzione, infatti, sarebbe opportuno potenziare la rete di vigilanza sul territorio, anche per prevenire incendi e/o per eliminare il “deposito selvaggio” di rifiuti speciali nelle zone “a rischio”.

Proprio l’annosa questione dei rifiuti continua inevitabilmente a tenere banco a Capo d’Orlando. Videosorvegliare attentamente l’isola ecologica sotto il faro è ormai diventata una necessità. L’infelice posizione dell’isola ecologica e l’inciviltà di chi spesso conferisce in maniera non consona i propri rifiuti porta a chiedersi perché non utilizzare le telecamere anche in quella zona. Quello che le foto nell’articolo mostrano è uno spettacolo indecente e deturpante per il comune paladino. Se i cittadini non sono in grado di utilizzare il senso civico, sarebbe opportuno obbligarli a farlo ed eventualmente punirli in caso di comportamento non appropriato.

IMG-20150418-WA003

Di seguito proponiamo l’interrogazione integrale della minoranza al riguardo.

“Ill.mo Sig.

Sindaco

e p.c.

Ill.mo Sig.

Presidente del Consiglio comunale

Oggetto: Interrogazione su: “Atto di indirizzo affidamento servizio di manutenzione sistema videosorveglianza comunale” 

I sottoscritti, Salvatore Alessio Micale, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Giuseppe Trusso Sfrazzetto e Gaetano Gemmellaro, Consiglieri comunali dei Gruppi “Librizzi Sindaco” e “Democratici per Capo d’Orlando”, 

premesso che: 

  • la G. M. ha adottato la delibera n. 27 del 3/02/2015, avente come oggetto: “Atto di indirizzo affidamento servizio di manutenzione sistema videosorveglianza comunale”;
  • la relazione tecnica prot. n. 1857/2015 trasmessa dal responsabile della sicurezza e manutenzione degli impianti di videosorveglianza conseguente a sopralluogo del 15/01/2015 (che prevedeva i rilievi fotografici e le analisi esterna dei corpi di videosorveglianza), eseguita in assenza di cestello, evidenzia le carenze del sistema (analisi svolta su circa venti telecamere) e propone di affidare il servizio per la manutenzione ordinaria per la durata di tre anni;
  • per lo svolgimento di tale servizio è stata prevista la rilevante somma di 36.000 euro, oltre Iva, per tutta la sua durata (12.000 euro annui);
  • il servizio, giusta determinazione sindacale è stato, infine, affidato al costo di 30.600 euro (per  il triennio);

quanto sopra premesso e considerato,

i sottoscritti Consiglieri comunali interrogano la S. V. per conoscere e /o sapere:

  • che tipo di interventi sono previsti nell’attività di manutenzione affidata;
  • quali sono le valutazioni, anche tecniche, che hanno determinato la necessità di un intervento pluriennale così oneroso per la semplice manutenzione del sistema piuttosto che la previsione di riparazioni ove necessarie, previa verifica dei guasti riscontrati;
  • se, per interventi del genere, non è possibile utilizzare, al fine di ridurre i costi del nolo dei mezzi necessari, il cestello di proprietà dell’unione dei Nebrodi e se ciò non fosse possibile per quali motivi;
  • se, al fine di aumentare il controllo del territorio, nel rispetto delle norme vigenti, sono previsti degli incentivi e/o delle agevolazioni per gli esercizi commerciali che hanno provveduto e/o provvederanno a loro spese all’installazione di telecamere per la videosorveglianza;
  • se ci sono (e quali sono), tenuto conto del citato notevole impegno finanziario per la manutenzione, progetti in corso di istruttoria per potenziare la rete di vigilanza del sistema di videosorveglianza del territorio, anche per la prevenzione degli incendi e/o per eliminare il “deposito selvaggio” di rifiuti speciali nelle zone “a rischio” (v. isola ecologica sotto il faro/foto allegata), stante la necessità evidenziata dai nostri Gruppi consiliari con la presente interrogazione.

Si chiede la risposta scritta e l’inserimento all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale.

Salvatore Alessio Micale        

Gaetano Sanfilippo Scimonella

Giuseppe Trusso Sfrazzetto   

Gaetano Gemmellaro”.

IMG-20150418-WA004

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close