crocetta_ardizzone

Finanziaria, l’Ars taglierà 20 articoli

PALERMO. Dalla Finanziaria depositata dal governo verranno cancellati almeno una ventina di articoli. Non arriveranno neanche al primo voto in commissione perchè il presidente dell’Ars li riterrà improponibili. Mentre a Roma è trascorso un altro giorno senza che Crocetta sia stato rassicurato sugli aiuti che permetterebbero di varare il bilancio. Palazzo d’Orleans continua a non trovare sponde nel governo e nel Pd nazionali.

Ieri incontro fra il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, e quello della commissione Bilancio Nino Dina. Sul tavolo i 70 articoli che oggi compongono la manovra. Troppi, perfino per l’assessore all’Economia Alessandro Baccei che non ha firmato la Finanziaria non condividendo alcune misure dell’ultimora. E proprio alcune di queste verranno tagliate prima del cammino parlamentare.

A rischiare molte delle norme su cui Crocetta in giunta ha insistito di più: la semplificazione dei procedimenti amministrativi e il silenzio assenso esteso al massimo, tutte le misure in materia di territorio e urbanistica (lavori nei centri storici e nei porti, la sanatoria), la riforma degli Iacp e quella delle Opere Pie. Verrebbero ammessi invece gli articoli che promuovono le cooperative sociali e quello che introduce il contratto di ricollocamento che assegna un bonus da 8 mila euro alle agenzie che trovano un posto ai disoccupati.

www.gds.it

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close