Pollara-Princiotto.jpg 98

Rally Torri Saracene: Pollara – Princiotto, combinazione vincente

Sant’Angelo di Brolo – Il 18enne palermitano ed il santangiolese, due volte Campione Italiano, sulla DS3 si sono imposti in tutte e otto le prove speciali della gara messinese organizzata dalla CST Sport, selezionata come Test Event ACI Team Italia che ha aperto il calendario TRN 6^ Zona e Campionato Siciliano Rally.  Sul podio due equipaggi di casa con le Super 2000, Mondello – Caputo su Peugeot  207 che hanno sopravanzato Molica – Pintaudi su Abarth Grande Punto.

Numeri importanti per il paese di Sant’Angelo di Brolo, visto che Princiotto, Mondello, Caputo e Pintaudi, tutti e 4 a podio, sono prodotti santangiolesi.

Marco Pollara e Giuseppe Princiotto portacolori CST Sport su Citroen DS3 di gruppo R5 preparata dal Team Procar, hanno vinto il 2° Rally Torri Saracene. La gara organizzata in provincia di Messina dalla Scuderia CST Sport di Gioiosa Marea, prima prova di Trofeo Rally Nazionali 6^ Zona (Sicilia) e di Campionato Siciliano Rally, oltre che competizione selezionata per il Test Event ACI Team Italia, la scoperta di nuovi talenti per la quale dalla Federazione sono state selezionate quattro gare in Italia. Secondo posto conquistato sull’ultimo crono alla fine di una gara in crescendo, nonostante qualche noia al cambio, per l’equipaggio santangiolese formato da Carmelo Mondello e Gaetano Caputo per la prima volta sulla Peugeot 207 Super 2000 della Ferrara Motors.Terzi gli idoli locali della Tirreno Corse Carmelo Molica e Tino Pintaudi, il driver gioiosano ed navigatore di Sant’Angelo di Brolo che si sono difesi in ogni modo sulla Abarth Grande Punto Super 2000 curata dalla Turbocar.

I vincitori si sono imposti in tutte e otto le prove speciali della competizione ed hanno vinto anche il “2° Memorial Ignazio Natoli”, il giovane palermitano di Prizzi era alla sua prima volta sulla vettura della  nuova classe regina dei rally ed è stato affiancato dal due volte Campione Italiano Rally (Junior e Produzione), che ha vinto per la prima volta davanti al pubblico di casa –“Abbiamo trovato un’’eccellente vettura ed una squadra molto professionale – ha commentato Pollara – il feeling con la DS3 è stato immediato ed è aumentato sempre più durante la gara, dove sono state importanti le indicazioni avute da Procar. Correre con un campione come Giusseppe infonde certamente molta sicurezza”-.

Ottima seconda piazza conquistata sull’ultima prova da Mondello – Caputo, che si sono adeguati in fretta alla Peuugeot 207 Super 2000, vettura usata per la prima volta e con la quale non hanno assunto rischi eccessivi, ma hanno egregiamente rimontato, pronti ad agguantare il podio quando sul terzo crono un calcolo sbagliato ha lasciato senza benzina la Mitsubishi del corleonese Renato Di Miceli, in quel momento terzo. –“Siamo veramente felici del risultato. Abbiamo voluto capire la macchina prima di tutto, poi abbiamo migliorato i tempi – ha dichiarato Mondello – Ottima l’assistenza della Ferrara Motors che ha prontamente risolto una piccola noia al cambio a metà gara”-.Hanno speso ogni energia in loro possesso Molica e Pintuadi che si sono  subito assestati in seconda posizione, difendendola fino alla prova speciale numero sette anche quando nel secondo giro di prove hanno dovuto un po’ faticare per una scelta di gomme azzardata: -“Con questo tipo di vettura non potevamo sperare di più – ha spiegato Molica – è la nostra giusta posizione in questa gara e ne siamo soddisfatti, onore a chi ci precede in classifica”-.

La lotta per la leadership tra le due ruote motrici, conclusa a ridosso del podio dai messinesi Salvatore e Claudia Armaleo su Renault Clio della Ferrara Motors, con cui sono imposti tra le Super 1600. Papà e figlia portacolori Sunbeam Motorsport hanno rimontato sin dal quarto crono, quando hanno preso il giusto ritmo dopo qualche testacoda di troppo nelle battute iniziali. In quinta piazza ha tagliato il traguardo il trapanese della Phoenix Pierluigi Trupiano che affiancato dall’ennese Donato Turra ha vinto la classe R3 con la Renault New Clio, leadership consolidata quando il palermitano Vara ha dovuto abbandonare per un guasto al cambio della sua Clio.

Il giovanissimo navigatore di San Piero Patti Giacomo Vercelli, che ha navigato papà Ivan si è aggiudicato il “2° Memorial Giovanna Piccione” l’indimenticata copilota santangiolese. twitter @rtorrisaracene#rallytorrisaracene

Classifica assoluta: 1. Marco Pollara Giuseppe Princiotto (Citroen DS3) in 52’24; 2. Mondello – Caputo (Peugeot 207 S2000) a 17”7; 3. Molica – Pintaudi (Abarth Grande Punto) a 1’18”4; 4. Armaleo – Armaleo (Renault Clio S1600) a 3’06”; 5. Trupiano – Turra (Renault New Clio).

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close