CC

Costa frenata da grigi e Cefalù, la Zannella passa 77-79

Capo d’Orlando – Un grande cuore e tanta grinta non bastano all’Irritec Costa d’Orlando per avere la meglio su una straordinaria Zannella Basket Cefalù che, complice anche un arbitraggio rivedibile, esce vittoriosa da un caldissimo “PalaValenti” per 77-79 e ipoteca il primo posto nel Girone I di C Nazionale, torneo che vede volgere al termine anche l’undicesima giornata di ritorno.

Di fronte ad una splendida cornice di pubblico, in un palazzetto gremitissimo, la partenza dei ragazzi di Condello non è fulminante, mentre Hudson entra subito in partita per Cefalù, che dopo 5’ è avanti 8-12. Scacciati via i fantasmi di Siracusa, i padroni di casa iniziano ad eseguire bene in attacco e a difendere meglio su alcune situazioni di gioco. Dominguez è infallibile dal campo, Marinello è fido scudiero del play argentino e la Costa va al primo mini-riposo avanti 24-21. Il secondo quarto vede ancora i padroni di casa sugli scudi. La coppia Dominguez-Marinello non raffredda le mani mentre gli ospiti si affidano a Sodero. Con esperienza e attitudine da grande squadra, Cefalù riesce a rimanere a contatto nonostante le buone giocate locali, limitando i danni. L’orgogliosa Costa, all’ultimo respiro, trova in campo aperto il canestro del 48-44 che è il punteggio con cui le due formazioni vanno all’intervallo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi, Cefalù rimette subito il muso avanti grazie ad una tripla frontale di Sodero e un canestro di Listwon. I cefaludesi, intanto, perdono anche Mollura per una brutta distorsione alla caviglia, mentre i paladini cercano di replicare l’ottimo primo tempo offensivo. Nel terzo quarto, però, la Costa fa molta fatica a trovare la via del canestro, con la difesa ospite che stringe le maglie il più possibile. I biancorossi perdono completamente la trebisonda, la Zannella tocca così il massimo vantaggio (+11, 54-65) prima che una tripla di Sgrò sulla sirena regali il 57-65 e quindi una possibilità ai paladini per cercare il ribaltone nell’ultimo periodo. Il quarto quarto comincia con un fallo dubbio fischiato a Rodriguez al rimbalzo che porta anche ad un tecnico ma che scuote i biancorossi e rimette in partita il “PalaValenti”. Tripla di Dominguez, canestro nel traffico di De Lise, Costa a -4 (62-66) al 33’. Un paio di giocate di Fazio significano parità Costa a quota 67, prima che un contropiede di Dominguez completi il ribaltone auspicato, 69-67 Costa con 5’43’’ ancora da giocare. Cefalù reagisce ma il solito Dominguez realizza il lay-up che a 3’30’’ dal termine riporta l’incontro sul 73-73. Il finale è davvero incandescente. Qualche fischio generoso in favore di Cefalù, compreso un antisportivo a Micale, porta gli ospiti avanti di due lunghezze (77-79) con soli 16’’ sul cronometro. La tripla finale della disperazione di Sgrò non va a segno, Cefalù sbanca quindi Capo d’Orlando 77-79 e mette una seria ipoteca sul primo posto nel girone.

Per la Costa una prova di grande intensità, cuore e orgoglio, che però non è bastata a mettere al tappeto la corazzata Zannella, trascinata dai 28 di Sodero, che annullano i 28 punti di uno strepitoso Dominguez. Il rammarico dei paladini, però, resta la brutta prestazione della settimana scorsa a Siracusa. L’ultima speranza per agganciare il treno playoffs è adesso vincere il derby con Patti al rientro dalle festività pasquali. L’Irritec Costa d’Orlando vista contro Cefalù può ancora farcela.

Irritec Costa d’Orlando-Zannella Basket Cefalù 77-79

Irritec Costa d’Orlando: Micale, Sgrò 9, De Lise 10, Rodriguez 2, Nici DNP, Vazzana 6, Antinori 2, Fazio 9, Dominguez 28, Marinello 11. Coach: Giuseppe Condello.

Zannella Basket Cefalù: Cefalù 2, Listwon 15, Terrasi M. DNP, Hudson 16, Rosponi DNP, Lombardo 5, Mollura 9, Sodero 28, Terrasi G. 2, Gallo 2. Coach: Flavio Priulla.

Parziali: 24-21; 48-44; 57-65; 77-79.

Arbitri: Gianpaolo Ferraro e Antonio Giunta di Ragusa.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close