OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“Costosi Capricci”, la risposta del primo cittadino sinagrese

Sinagra – Il sindaco Vincenza Maccora vuole rendere note, a titolo informativo, alcune precisazioni riguardo una vicenda che ha avuto inizio tredici anni fa. In un comunicato,del 20 marzo scorso, spiega che la questione fa riferimento ad una vertenza avviata contro il Comune da una dipendente, la quale era stata sanzionata per motivi disciplinari, a causa di alcuni comportamenti discutibili nei confronti di un assessore.

In risposta al gruppo consiliare di minoranza “Uniti per Crescere”, il primo cittadino afferma che le spese sostenute dall’Amministrazione comprenderebbero anche le controversie ereditate dalle precedenti gestioni, tra le quali emerge la parcella del legale che ha dovuto assumere le difese dell’Ente. Il processo ha visto la vittoria di quest’ultimo ma con l’onere delle spese legali per la causa vittoriosa, con un prezzo complessivo di Euro 10.147,87.

Il sindaco Maccora ribadisce che non si tratterebbe, dunque, di “costosi capricci”, come riportato in precedenti documenti dai consiglieri di opposizione, ma di iniziative rivolte al pubblico interesse. Conclude scrivendo: ovviamente saranno sempre i cittadini, giudici rigorosi e certamente attenti, che sapranno distinguere con serenità le attività lavorative e le azioni amministrative frutto di discutibili e costosi capricci da scelte che, invece, sono volte al bene collettivo e per questo non menomate nella loro oggettiva valenza pubblica da sterili polemiche o da bugie pretestuose di chi è palesemente a corto di idee e utili argomentazioni per affermare effettivi interessi della cittadinanza.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close