opposizione_treni_pp

PROPOSTA PER MIGLIORARE LA VITA DEI PENDOLARI


E’ in pieno fermento l’attività dell’opposizione consiliare a Capo d’Orlando. La minoranza continua a proporre, controllare, “stuzzicare” in maniera costruttiva l’Amministrazione in un susseguirsi di mozioni, interrogazioni e, come in questo caso, proposte di deliberazione. I consiglieri eletti nelle liste di appoggio al candidato a Sindaco Salvatore Librizzi, per questo ormai chiamati dalla stampa “librizziani”, hanno infatti protocollato questa mattina una interessante proposta di deliberazione del Consiglio Comunale che farà di certo piacere ai numerosi pendolari del circondario. Si chiede di voler invitare il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, ad adottare i provvedimenti necessari, anche per il tramite dei Funzionari preposti, al fine di definire con la Direzione regionale del Gruppo Ferrovie dello Stato un protocollo d’intesa volto alla rivisitazione degli orari del trasporto ferroviario regionale, in vigore dal 12 dicembre 2011, con particolare riferimento alla tratta Palermo-Messina e Messina-Palermo. Di seguito la proposta integrale.

Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale
I sottoscritti Consiglieri Comunali Giuseppe Trusso Sfrazzetto, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Salvatore Alessio Micale e Gaetano Gemmellaro, previa adeguata istruttoria, propongono che sia posta all’ordine del giorno del Consiglio Comunale – con urgenza – la seguente proposta di deliberazione:
“Oggetto: iniziativa a sostegno della rivisitazione degli orari del trasporto ferroviario regionale, in vigore dal 12 dicembre 2011, con particolare riferimento alla tratta Palermo-Messina e Messina-Palermo” nonché ai treni a lunga percorrenza”
Il Consiglio Comunale di Capo d’Orlando premesso:
– che il nuovo orario del trasporto ferroviario regionale diffuso dal Gruppo Ferrovie dello Stato ed entrato in vigore il 12 dicembre 2012, ha penalizzato i collegamenti ferroviari direttamente fruibili dai cittadini in transito dalla stazione di “Capo d’Orlando-Naso”, soprattutto verso la città di Palermo;
– che i collegamenti ferroviari “da e verso” la città di Palermo rappresentano per molti cittadini un valido, se non unico, mezzo di trasporto per motivi di lavoro, di studio, per adempimenti burocratici e per necessità sanitarie nonché un collegamento con l’aeroporto “Falcone-Borsellino” e, pertanto, uno strumento per lo sviluppo turistico del nostro territorio, provinciale purtroppo privo di strutture portuali e aeroportuali con collegamenti nazionali ed internazionali;
– che non esistono collegamenti alternativi a quelli ferroviari, soprattutto, “da e verso” la città di Palermo;
– che alla luce del nuovo orario in vigore, nelle ore mattutine non ci sono treni (con sosta alla stazione di “Capo d’Orlando-Naso” e con destinazione “Palermo Centrale”) nella fascia compresa tra le ore 8.25 e le ore 12.44 e che, in tale fascia oraria, non è possibile partire neppure dalla stazione di “Sant’Agata di Militello”, essendo stato soppresso il treno delle ore 11.44 nonché altre corse, che fino a poco tempo addietro, avevano come termine corsa la stazione medesima o che da lì partivano verso la stazione di “Messina centrale”, venendosi così a creare un vuoto totale dei collegamenti di circa 4 ore e 20 minuti tra le provincie di Messina e Palermo;
– che pertanto l’ultimo treno fruibile dalla stazione di “Palermo centrale” è quello delle ore 20.08 nonostante alle ore 21.10 parta da “Palermo centrale” un treno diretto a “Roma Termini” che i normali viaggiatori pendolari non possono utilizzare;
– che il nuovo orario prevede altresì la limitazione della quasi totalità dei treni a lunga percorrenza dalla Sicilia alla sola stazione di “Roma Termini”;
– che viene negato l’accesso ai passeggeri sui treni “espressi” “da e per” la stazione di “Roma Termini” nella tratta Palermo-Messina;
– che – a quanto ci è dato sapere – non è stato sottoscritto il “Contratto di servizi” tra Trenitalia S.p.A. e la Regione Sicilia, con conseguenti possibili ulteriori future soppressioni a svantaggio dei cittadini;
quanto sopra premesso e ritenuto e per le motivazioni espresse in narrativa, delibera
a) di invitare il Presidente della Regione siciliana Dott. On. Raffaele Lombardo ad adottare i provvedimenti necessari, anche per il tramite dei Funzionari preposti, al fine di definire con la Direzione regionale del Gruppo Ferrovie dello Stato un protocollo d’intesa volto alla rivisitazione degli orari del trasporto ferroviario regionale, in vigore dal 12 dicembre 2011, con particolare riferimento alla tratta Palermo-Messina e Messina-Palermo;
b) di trasmettere copia della presente deliberazione ai Presidenti del Consiglio Comunale dei paesi limitrofi fruitori della stazione di “Capo d’Orlando-Naso” (Naso, Brolo, Sant’Angelo di Brolo, Piraino, Castell’Umberto, Ucria, Raccuja, San Salvatore di Fitalia, Tortorici, Sant’Agata di Militello), affinché procedano alla convocazione dei rispettivi consigli al fine di adottare la medesima deliberazione.

Giuseppe Trusso Sfrazzetto, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Salvatore Alessio Micale, Gaetano Gemmellaro

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close