piraino

Affidamento di locali comunali: è polemica

Piraino – Aria di polemica a Piraino in merito all’affidamento di alcuni locali comunali a due associazioni del luogo.

Con delibera di Giunta n.7 del 2/2/2015 l’Amministrazione Pirainese ha affidato in locazione gratuita, dunque donati senza alcun costo o spesa di manutenzione, dal 1° Febbraio al 30 Giugno 2015,i locali dell’ex scuola elementare della frazione di Gliaca all’Associazione Olympus per “la preparazione – si legge nell’atto istituzionale – di uno o più saggi di danza sportiva da presentare gratuitamente nella prossima stagione estiva in una o più piazze del Comune di Piraino.

Inoltre, sempre dallo stesso atto deliberativo, si evince che o i locali del Centro Socio – Culturale “Don Pino Puglisi” o gli stessi dell’ex scuola elementare di Gliaca, sono stati messi a disposizione di un’altra associazione, la A.F.E.I.P di Gioiosa Marea, con l’intento di avviare alcuni corsi di formazione professionale nell’anno 2015.

Fin qui nulla di strano. Ma a irrompere nella quotidianità istituzionale la lettera di un libero cittadino, Alessandro Gentile, protocollata agli atti del comune il 16 Marzo 2015. Gentile scrive che in seguito a molteplici incontri avuti con il Sindaco, gli era stata data disponibilità per la concessione, in comodato d’uso dei locali della ex scuola elementare di Gliaca, al fine di promuovere laboratori di ceramica e pittura, impegnandosi all’allestimento di eventi a titolo gratuito per il Comune di Piraino. La richiesta formale fu protocollata da Gentile per tramite dell’Associazione Alba di Domani in data 26/06/2013 n° prot. 12610.

Successivamente – scrive Gentile – il Sindaco e l’Assessore Princiotta mi convocarono più volte proponendomi la concessione dei locali a titolo personale, piuttosto che per tramite dell’Associazione Alba di Domani. In seguito a un sopralluogo col Sindaco e lo stesso Assessore Princiotta – continua Gentile – mi sono state affidate le chiavi dei locali e ho provveduto a eseguire a mie spese interventi manutentivi”. 

Così Gentile, scoprendo attraverso l’albo pretorio del comune, che gli stessi locali che gli erano stati “promessi” erano in realtà stati affidati ad altri soggetti, ha deciso di chiedere la revoca in autotutela della delibera di giunta in oggetto.

Il gruppo autonomo “Semplicemente Piraino”, commenta così la vicenda: “Abbiamo ricevuto la  nota protocollata dal Sig. Alessandro Gentile. Senza entrare nel merito delle scelte compiute dall’Amministrazione comunale, come pure delle attività svolte dalle Associazioni beneficiarie delle stesse, ci preme evidenziare le biasimevoli modalità con cui continua ad operare la Giunta Maniaci che non perde occasione per raccontare frottole ai cittadini, illudendoli e creando in loro “false” aspettative. Complimenti al Sig. Alessandro Gentile che ha avuto la forza e il coraggio di ribellarsi a questo modo di fare”. 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close