chocolate

“Ma i gazebo del comune che fine hanno fatto?”

Capo d’Orlando – Nel 2010 il Comune ha speso quasi 50 mila euro per acquistare Gazebo (tende modulari pieghevoli) dalla ditta Qualyline, ma perché per le manifestazioni organizzate dall’Ente si noleggiano Gazebo da privati ? Questa la domanda che i consiglieri di minoranza Micale, Sanfilippo, Trusso e Gemmellaro rivolgono al primo cittadino nell’interrogazione che di seguito riportiamo integralmente:

Oggetto: Interrogazione urgente su gazebo di proprietà comunale

I sottoscritti Consiglieri comunali, Salvatore Alessio Micale, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Giuseppe Trusso Sfrazzetto, del Gruppo “Librizzi Sindaco” e Gaetano Gemmellaro del Gruppo “Democratici per Capo d’Orlando”, premesso che:

– appare quantomeno ragionevole, in un periodo caratterizzato da criticità finanziarie così rilevanti e di difficile soluzione, in un contesto socio-economico nel quale il cittadino è vessato da costi spesso insostenibili, utilizzare ogni risorsa nel migliore dei modi e razionalizzare la spesa, al fine di non gravare sulle disponibilità economiche dell’Ente;

considerato che:

– con DGM n. 127 del 25/05/2010, la Giunta ha approvato l’atto di indirizzo per l’acquisto a trattativa privata di tende modulari pieghevoli per l’importo di € 45.696,00, IVA compresa, dalla Ditta Qualyline con sede in Campo di Trens;

– con determinazione del Dirigente dell’area scolastica, turistica culturale e sportiva n. 100 del 01/07/2010 (determinazione reg. generale n. 585 del 01/07/2010), è stato ritenuto di acquisire, a fronte della fattura presentata dalla ditta Qualyline con sede in Campo di Trens e al fine di dare un assetto organizzativo alle varie manifestazioni che il comune organizza abitualmente e per consentire lo svolgimento delle stesse anche in presenza di eventi atmosferici non favorevoli, le predette tende modulari pieghevoli per l’importo di € 45.696,00, IVA compresa;

– con determinazione del Dirigente dell’area economico finanziaria n. 1142 del 14/10/2013, è stata impegnata la somma di € 400 per l’acquisizione di 60 teloni e fascette per la chiusura laterale di 15 gazebo di “proprietà del Comune”, al fine di garantire anche in caso di pioggia la sicurezza delle strutture non dotate di protezioni laterali;

ritenuto che:

– in controtendenza rispetto alle scelte effettuate nel tempo, l’Amministrazione comunale, per le manifestazioni organizzate, ricorre con frequenza allo strumento del noleggio da privati di gazebo, sostenendo i relativi costi, piuttosto che usare quelli di proprietà comunale, acquistati con soldi pubblici (“Festa del cioccolato”, “Little Sicily”, “Capo d’Orlando in food”, etc.),

quanto sopra premesso, considerato e ritenuto, i suddetti Consiglieri Comunali interrogano la S.V. per conoscere e /o sapere:

1. quanti gazebo di proprietà del Comune sono stati acquistati e quanto sono ad oggi disponibili ed utilizzabili;

2. se il Comune ha nelle sue disponibilità i suddetti gazebo e se sono fruibili e/o vincolati;

3. perché il Comune ricorre allo strumento del noleggio, sostenendo i relativi costi, piuttosto che usare i gazebo per i quali sono stati impegnati e spesi € 45.696,00;

4. a quali gazebo di proprietà del Comune si riferisce l’acquisto di 60 teloni laterali per la somma di € 400 indicata nella predetta determinazione dirigenziale n. 1142/2013.

Si chiede la risposta scritta e l’inserimento all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale.

Salvatore Alessio Micale Gaetano Sanfilippo Scimonella Giuseppe Trusso Sfrazzetto Gaetano Gemmellaro

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close