IMG_2706

Sinagra e L’Iniziativa ko di misura, bagarre in basso

San Piero Patti – Solo due anticipi, entrambi riguardanti le messinesi, si sono giocati nel 26° sabato del campionato di Promozione. Se infatti in Eccellenza Catania San Pio X e Castelbuonese sono rimaste bloccate sullo 0-0 ed in Prima Categoria il Barcellona P. G. è volato in Promozione con tre turni di anticipo, Sinagra ed Iniziativa sono state sconfitte di misura. La prima compagine, impegnata sul campo del CUS Palermo, viene superata dalla rete di Picone al 25′, mentre i sampietrini subiscono il punto del ko all’85’ da Geraci. In attesa del derby di sabato tra le due nebroidee, riportiamo la cronaca del secondo match.

Un episodio che vale tre punti riporta in lotta per la salvezza diretta il Real Calcio, che grazie a Domenico Geraci, nei minuti finali, supera tra le mura amiche un’Iniziativa poco fortunata. Tanto rammarico infatti per i sampietrini di Curasì, più volte vicini al vantaggio nel primo tempo e costretti alla sconfitta da poco cinismo ed una sola disattenzione.

Osservato il minuto di silenzio in memoria dell’arbitro Colosimo, la gara vede entrambe le formazioni giocare all’arrembaggio, prediligendo il calcio d’attacco. Se il Real Calcio cerca spesso le imbeccate per i suoi attaccanti, l’Iniziativa mostra buona fluidità di manovra nel ripartire. La prima conclusione è di Svezia, che tira da posizione defilata e vede il pallone attraversare l’area senza colpo ferire. Più tardi Germanò cerca l’impatto su un lancio, ma commette fallo sul portiere. Cappadona, al 26’, è a centro area e non capitalizza per un soffio l’occasione più ghiotta del match. Riprende in salto un assist di Adamo dalla destra e scheggia il palo, con il cuoio a percorrere tutta la linea di porta fino ad essere respinto da Di Gregorio. Intorno alla mezz’ora è Città ad impensierire la difesa ospite, ma l’attaccante locale guadagna solo un corner, con la prima frazione che si chiude senza troppi sussulti, eccezion fatta per il palo colpito dall’Iniziativa.

Nella ripresa le due contendenti cercano da subito l’affondo ed il Real Calcio, forte dell’ingresso di un frizzante Longo,  guadagna punizione dopo pochi secondi. Geraci si incarica della battuta da 30m, sparando sul fondo. Al 49’ Spinella sugli sviluppi di un corner cerca la rovesciata, ma la conclusione, che insidia Bruno sul proprio palo, viene respinta. Dopo pochi minuti Adamo scarica fuori dalla distanza ed un contropiede rossoblù rende Geraci pericoloso ancora su punizione. Il mediano conclude direttamente, ma stavolta la sfera sorvola la barriera per essere prodigiosamente respinta coi pugni da Svezia. I padroni di casa cercano allora di sfruttare l’accelerazione del match e subito dopo è ancora Sergio Svezia ad imporsi, quando Cicero, servito di testa da Città, trova l’opposizione, coi piedi, dell’estremo nebroideo. Obbligato ad alzare il tiro in fase offensiva, Curasì getta nella mischia Campochiaro e dopo il 70’ l’Iniziativa torna a scuotere la retroguardia opposta. La supera appunto per due volte, prima con un velo di Campochiaro e poi con un inserimento di Germanò, ma subisce un contropiede in cui Città, in area, solleva proteste per un tocco di mano. Al 75’Campochiaro giunge al tiro, servito in area da Sorrenti, ma Bruno si supera, respingendo in tuffo all’angolino basso. Negli ultimi dieci minuti tutto lascia presagire ad un nulla di fatto, ma è proprio la sola grossolana disattenzione dei sampietrini a portare al trionfo i madoniti. Guadagnato corner, all’85′, la battuta è in favore di Geraci, che marcato con disattenzione e libero di superare tutti in salto, spedisce in rete la sfera con un colpo di testa ben assestato, regalando il decisivo 1-0 ai suoi.

Il risultato sancisce l’aggancio dei finalesi sui rivali di giornata e li candida nuovamente alla salvezza diretta, mentre gli ospiti inveiscono contro la malasorte.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close