Sikana

La rock band milazzese dei Sikana sbarca a New York

Milazzo – Un sogno che si avvera. La rock band milazzese dei Sikana, formatasi alla fine del 2012 e composta da Max Formica alla voce, Aldo Cannarella alla chitarra, Giovanni Costa al basso e Luca Pitrone alla batteria, parteciperà all’Oltreoceano Festival e suonerà per la comunità italo-americana il 16 di Maggio 2015 in un meraviglioso teatro di Long Island, il Madison Theatre.

Il gruppo ha debuttato nel 2013 con l’EP “La Rondine”, per passare poi al primo album intitolato “Sinapsi Neuronica”, lavoro successivamente spedito dal produttore della band, Salvatore Battaglia, a Daniela Celella di ICN Radio New York. “Sinapsi Neuronica” ha spopolato oltreoceano ed è valso ai ragazzi milazzesi l’inaspettato invito al festival in America. Nel frattempo, nell’ultimo anno i Sikana hanno fatto furore nel messinese e in tutta la Sicilia e hanno anche lavorato al nuovo album “Cosmo Erogeno”. Il viaggio negli Stati Uniti è quindi la ciliegina sulla torta di un percorso musicale originale e al tempo stesso trampolino di lancio per la band milazzese, che non nasconde l’entusiasmo per questa nuova avventura da vivere.

«Siamo una rock band milazzese nata alla fine del 2012 come una vera e propria scommessa, con lo scopo di vincere contro gli stereotipi di cover band – confessano i ragazzi dei Sikana -. Dopo vari cambi di formazione, abbiamo trovato un assetto stabile nell’aprile del 2013 e la lineup vede alla voce Max Formica (Phoenix), alla chitarra Aldo Cannarella (Kerosene), al basso Giovanni Costa (Yuri) e infine alla batteria Luca Pitrone (Rain). Sin da subito abbiamo iniziato la produzione di brani esclusivamente inediti, frutto dall’osmosi delle diverse influenze ed esperienze musicali di ognuno di noi che, a settembre 2013, sono sfociate nell’EP di debutto ed autoprodotto, intitolato “La Rondine”. L’EP, comprensivo di 3 brani (Ibrido, Paura e Sinusoide), ha ottenuto un buon riscontro di pubblico sia sul web che nelle radio in cui abbiamo avuto il piacere di essere ospitati. Questo ci ha portato alla decisione di rilasciare una ulteriore traccia, omonima al nome della band, come forma di ringraziamento per il seguito ricevuto e che ha anticipato l’uscita dell’album di debutto “Sinapsi Neuronica”. L’album comprende 12 brani di cui uno intitolato “Non so cos’è”, nato da una collaborazione con Angelo Arcamone conosciuto grazie alla prestigiosa Associazione Muovilamusica dove abbiamo avuto l’onore di confrontarci con numerosi e validissimi musicisti di tutto il territorio nazionale. Grazie all’interesse e alla curiosità scaturita da questo primo album ci siamo guadagnati un meraviglioso articolo sulla blasonata rivista musicale “Musical News” e da lì a poco l’entusiastica presentazione al mondo da parte di Daniela Celella del Network Americano ICN – New York che da anni collabora con Rai International e da sempre attenta alla musica made in Italy. Il caloroso riscontro avuto negli USA si è trasformato in una entusiasmante richiesta di presenziare in qualità di ospiti all’Oltreoceano Festival che si terrà il prossimo 16 Maggio al Madison Theatre di New York e tanto altro ancora top secret. Il live è stato elemento che ha catalizzato il nostro percorso – proseguono i membri della band -, infatti le numerose esibizioni a livello regionale ci hanno portato a sperimentare la creazione di un nuovo progetto, in base alle rispondenze in termini di gradimento da parte del pubblico ogni qualvolta abbiamo proposto dei nuovi brani. Questa preziosa esperienza e i risultati ottenuti sono confluiti in “Cosmo Erogeno”, il nostro secondo album che verrà distribuito nel mese di giugno 2015 dalla Over Play Music su tutte le più importanti piattaforme musicali. Ma la musica non è mai stato quello che noi Sikana abbiamo voluto esclusivamente trasmettere. Ogni progetto o evento è stato legato ad un messaggio poi condiviso insieme a coloro i quali hanno perorato il nostro sogno e segnato il passo del nostro cammino. Anche se in una chiave critica potrebbe passare per scontato, il messaggio più importante che abbiamo condiviso è quello che nonostante tutto e tutti non bisogna mai arrendersi di fronte agli stereotipi che impone il mondo che ci circonda e quindi la libertà di sognare, il fatto che si puo’ essere trasgressivi conducendo una vita normalissima e soprattutto la libertà di pensiero nel massimo rispetto di chi sostanzialmente la pensa e la vive in un altro modo. Noi – concludono gli artisti milazzesi – riteniamo di essere il risultato di noi stessi e siamo fermamente convinti che Sikana è un modo di essere, un modo di vivere la musica. Rock On!!!».

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close