mcgee

Salvezza più vicina per l’Upea, espugnata Caserta per 70-83

Capo d’Orlando – Vittoria importantissima per l’Upea Orlandina Basket, che si impone sul campo di Caserta con il punteggio di 70-83. Successo chiave per quanto riguarda la lotta salvezza, con l’Upea che sale a quota 16 punti, a più 9 dall’ultimo posto, occupato proprio da Caserta ferma a 7 punti (1 punto di penalizzazione per i campani); un successo che la società dedica alla memoria del giovane orlandino Andrea Plattella, stroncato in settimana da una grave malattia. Grande prova corale degli uomini di Griccioli, che con un ottimo secondo tempo riescono ad avere la meglio sui casertani, chiudendo con 5 uomini in doppia cifra e con l’immenso Basile (vero e proprio trascinatore) a quota 9 con 3/4 da tre punti e 7 assist per i compagni. Ma passiamo alla cronaca dell’incontro.

Formazioni rimaneggiate da ambo le parti con l’Upea che deve fare a meno di Soragna (oltre che del nuovo arrivato Campbell), mentre Caserta si presenta senza Domercant. Quintetti composti da Pecile, Henry, Basile, Archie ed Hunt (solo panca per McGee) per gli ospiti, Moore, Tomassini, Vitali, Antonutti e Ivanov per i locali. La gara inizia con i canestri di Antonutti ed Hunt, poi una sfilza di triple segnate da ambo le parti (Pecile e Henry per l’Upea, Tomassini e Antonutti per Caserta) portano il punteggio sul 13-11 per i campani dopo 5′. Caserta continua a bombardare dall’arco e si porta sul 18/11, ma l’ingresso di Nicevic (4 punti in fila) da nuova linfa all’attacco di Capo d’Orlando ed Henry accorcia sino al -1. Gli attacchi dopo l’inizio scintillante si inceppano e negli ultimi 3′ del quarto da segnalare solo una tripla di Moore ed il canestro allo scadere di McGee (il suo primo con i biancoazzurri) fissano il punteggio sul 21-19. McGee riprende da dove aveva terminato e segna 5 punti in fila per il primo vantaggio Upea sul +3. Caserta risponde con Scott, poi Basile si iscrive a referto con una tripla da 8 metri per il 29-31. McGee continua a fornire un’ottima prestazione all’esordio e trova la tripla del +5 (31-36) al 17′, poi l’Orlandina spegne la luce e subisce un 10-2 di parziale, con le bombe di Ivanov ed Antonutti (13 punti nel primo tempo) a trascinare i casertani. Timeout immediato da parte di Griccioli che trova la reazione dei suoi che confezionano un 4-0 con Archie e McGee prima che il canestro sulla sirena di Ivanov chiuda il primo tempo sul 43-42 per Caserta.

Al ritorno in campo dagli spogliatoi 5-0 immediato di Caserta per il 48-42, ma Basile stoppa il parziale campano con un’altra tripla da distanza siderale, ridando morale ai suoi che con 5 punti in fila di Archie sorpassano sul 48-50 al 23′. Nicevic segna da 3 metri il canestro del +4, Scott accorcia a -1 (51-52) e per circa 3′ non si segna ne da una parte ne dall’altra. Ci pensa Archie a muovere il punteggio con un canestro e fallo con tanto di libero aggiuntivo trasformato e poi Hunt inchioda una gran schiacciata per il +6 degli ospiti al 28′ (51-56). Antonutti e Mordente tengono ancora in vita Caserta con 5 punti che valgono il nuovo -1, poi due liberi segnati da Hunt (evento per uno che tira i liberi con meno del 30% in stagione) danno all’Upea il +3, fino a quando nell’ultima azione Caserta sfrutta male una rimessa e con 3″ da giocare nel terzo periodo Archie intercetta il passaggio diretto a Mordente, facendo terminare la palla tra le mani di Henry che segna da quasi metà campo per il 56-62 al 30′.

Apertura di ultimo quarto con i canestri di Pecile e Nicevic che valgono il +10 e Basile completa l’opera con una tripla pazzesca per il 56-69. È un colpo da ko tecnico ed infatti Caserta ci mette un po’ di tempo a riprendersi dall’1-2 firmato Henry e Basile e l’Orlandina può permettersi di controllare la gara con calma olimpica. I locali riescono a tornare al massimo fino al -9 quando mancano peró solo 2′ e un canestro di Hunt a rimbalzo fissa il punteggio finale sul 70-83.

Per quanto riguarda i singoli, ogni giocatore impiegato da Griccioli ha dato un ottimo contributo, a cominciare da Archie che chiude con una doppia doppia da 17 punti e 11 rimbalzi. Bene anche Henry con 15 punti e 7 rimbalzi ed il neo-arrivato McGee che ne mette 14. Doppia cifra a quota 10 per Hunt e Nicevic; di Basile abbiamo già detto, mentre Pecile termina la sua gara con 8 punti e 2/3 da oltre l’arco.

Orlandina attesa ora alla sfida contro Pesaro di domenica prossima al PalaFantozzi per chiudere ogni discorso sulla permanenza nella massima serie.

Pasta Reggia Caserta – Upea Capo d’Orlando 70-83 (21-19; 43-42; 56-62)

Orlandina: Archie 17, Hunt 10, Basile 9, Soragna ne, Nicevic 10, Pecile 8, Karavdic ne, Henry 15, McGee 14, Bianconi ne. Coach: Giulio Griccioli

Caserta: Mordente 3, Domercant ne, Antonutti 15, Vitali 8, Tommasini 6, Michelori, Capuano ne, Damiano ne, Moore 5, Tessitori, Scott 10, Ivanov ne. Coach: Vincenzo Esposito.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close