LA STAZIONE, UN DORMITOIO PER EXTRA COMUNITARI


La stazione ferroviaria utilizzata come dormitoio. A segnalare il disagio numerosi pendolari di Capo d’Orlando che tutte le mattine, dalle 5.30 alle 6.30, dal lunedì al venerdì, sono costretti a rimanere fuori dalla sala di attesa perché occupata da extracomunitari, sembra romeni, che trascorrono la notte all’interno della struttura. Poco male qualcuno potrebbe pensare, peccato che l’aria, a detta dei pendolari, è praticamente irrespirabile dentro la sala con adulti e bambini che dormono coperti alla meno peggio.

Più volte il disagio sembra sia stato segnalato ai Vigili Urbani ma tutte le mattine, sistematicamente, non è possibile usufruire della sala d’attesa. Se fuori piove, fa freddo, è ancora buio poco importa. Il treno purtroppo va aspettato all’esterno della stazione ferroviaria e visti i ritardi cronici di Trenitalia è facile immaginare quanto sia fastidioso. Sempre i pendolari ci fanno notare che da anni ormai non esistono più all’interno della stazione ferroviaria i bagni pubblici e più volte hanno assistito al poco gratificante spettacolo di uomini che si svegliano, si dirigono verso la fontana posta all’esterno, vicino al tabacchino, e fanno i loro bisogni.

Naturalmente fossero stati anche siciliani ad occupare durante la notte la sala d’attesa della stazione la segnalazione sarebbe stata ugualmente doverosa. Non si capisce perché coloro che la mattina, ancora prima dell’alba, devono prendere il treno per andare a lavorare sono costretti a non poter usufruire di un proprio diritto dopo aver pagato regolarmente e obbligatoriamente l’abbonamento. La situazione adesso diventa ancora più preoccupante in vista dell’arrivo del freddo invernale (sino ad oggi la temperatura ed il meteo hanno risparmiato i pendolari). A quanto pare non bastano i tagli subiti dei treni a lunga percorrenza, i disagi quando il distributore automatico dei biglietti non funziona, adesso anche la sala d’attesa occupata. Dura vita quella del pendolare, speriamo che questa nostra segnalazione venga accolta da chi di dovere e che tutto torni alla normalità.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close