Terna-777x437

8 marzo, sit-in per il diritto alla salute

Saponara – Il “Comitato Mamme per la Vita”, in occasione della Festa della Donna, organizza un sit-in “per continuare a chiedere giustizia per i nostri territori devastati da un’opera superflua“. Il riferimento è all’Elettrodotto Sorgente-Rizziconi di Terna Spa. “Non ne facciamo semplicemente una questione paesaggistica. A pochi passi dalle nostre case stanno costruendo un’opera pericolosissima”, spiegano. “L’elettrodotto Sorgente-Rizziconi (380 Kv in doppia terna, 18 cavi dell’alta tensione, tralicci monostelo alti oltre sessanta metri), ha portato molta inquietudine tra i cittadini saponaresi e tra le mamme, che si preoccupano per la salute dei propri figli. La leucemia infantile è la prima malattia causata dall’elettromagnetismo, per non parlare delle tantissime conseguenze neurologiche descritte in ricerche che, a quanto pare, non vengono prese nella dovuta considerazione“.

Nelle settimane scorse, avevamo dato notizia del sequestro giudiziario del cantiere Terna di Saponara per la violazione delle Norme di Salvaguardia del Piano Paesaggistico denunciate dall’Associazione Mediterranea per la Natura Onlus. Si tratta dell’area relativa al sostegno n.40 del tratto siciliano dell’elettrodotto. Proprio l’area che ricade sul territorio Saponarese. Come previsto, il provvedimento del tribunale ha innescato una serie di reazioni da parte degli ambientalisti. Le mamme avevano espresso soddisfazione per il sequestro: “Un barlume di speranza in questo lungo percorso“. L’appuntamento per l’8 marzo è alle ore 15 in Piazza Matrice. “Rivendichiamo il diritto alla salute e alla vita per noi e per i nostri figli. Lottiamo per proteggere uno splendido territorio“, spiegano le donne del “Comitato Mamme per la Vita”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close