romagnoli

Romagnoli detenuto al Metropolitan Correction Center di Manhattan

Massimo Romagnoli, dopo essere stato arrestato in Montenegro lo scorso dicembre con l’accusa  di traffico d’armi dietro mandato di cattura spiccato dagli Stati Uniti, e dopo avere trascorso oltre due mesi nel carcere di Podgorica, è stato estradato la scorsa settimana negli Usa, e si trova detenuto nel Metropolitan Correction Center di Manhattan.

Il Console Generale a New York ha prontamente preso contatto con l’Avv. Bruce J. Maffeo, incaricato dalla famiglia di seguire il caso.

Aldo Di Biagio, senatore di Area Popolare, ha contattato l’ambasciatore d’Italia negli Usa, Claudio Bisogniero, per chiedere notizie e assistenza per Massimo Romagnoli. “L’ambasciatore mi ha assicurato – racconta l’eletto all’estero italialiachiamaitalia.it – che il caso viene seguito con grande attenzione e il Consolato Generale a New York – nella cui circoscrizione consolare ricade il caso – funge da capofila”.

 

I funzionari del Consolato Generale non hanno ancora potuto incontrare Romagnoli in quanto questi si troverebbe in una speciale sezione da cui non è possibile avere contatti con l’esterno. Secondo l’Avv. Maffeo tale situazione dovrebbe essere dovuta ad esigenze di spazio e, pertanto, temporanea.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close