28febbr

Tiger sciupona, Simeri fa sognare il Rende

Capo d’Orlando – Una Tiger Brolo sciupona getta alle ortiche una partita condita da molti errori ed esce sconfitta 1-2 dal Rende dopo aver dominato per 60’. Simeri è il man of the match dei calabresi, che giocano in maniera attenta e puniscono dei distratti brolesi, ancora una volta beffati nel risultato a dispetto della prestazione e del settimo sigillo in campionato di Sparacello.

Serie D Girone I, anticipo del ventiquattresimo turno del torneo, al “Ciccino Micale” di Capo d’Orlando si affrontano due squadre con obiettivi diversi ma con la stessa fame di punti. I gialloneri di mister Bellinvia scendono in campo con un 4-2-3-1 che vede Addamo, Di Senso e Saani alle spalle di Sparacello. Speculare lo schieramento dei biancorossi di mister Pellegrino (Trocini squalificato), che contano sul talento offensivo di Zangaro, Gigliotti, Caruso e Simeri per fare male ai padroni di casa. Arbitra l’incontro il signor Daniel Pedretti di Brescia, con la collaborazione dei signori Conti e Barbagallo di Acireale.

Dopo un primo quarto d’ora sonnacchioso, il match si infiamma. Al 15’ Sparacello protegge bene un pallone e serve Di Senso che, dal limite dell’area, impegna severamente De Brasi che si rifugia in corner. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, Falanca si ritrova sul sinistro il pallone del vantaggio ma, da pochi passi e in completa solitudine, mette a lato. Al 17’ De Cristofaro su punizione pesca in area ancora Falanca, che di testa non centra il bersaglio per un pelo. Al 22’, come un fulmine a ciel sereno, è il Rende a passare con Simeri, che raccoglie un errato tentativo da fuori di un compagno e dai sedici metri punisce con un bel diagonale Mannino. La Tiger reagisce alla grande e al 24’ De Brasi è costretto a stendere Saani in piena area. Per il signor Pedretti è rigore, con conseguente rosso per l’estremo difensore ospite. Entra così il secondo Mancino al posto di Zangaro e il portierino classe 1996 si rende subito protagonista, mettendo in angolo con i piedi il rigore calciato da Di Senso. Il fantasista locale prova a rifarsi in un paio di circostanze ma le sue conclusioni vengono sempre ben neutralizzate dal pronto Mancino. Al 38’, però, i “tigrotti” finalmente pervengono al meritato pareggio. Perricone sfonda sulla destra e mette in mezzo per Sparacello che, imperioso, di testa spedisce alle spalle dell’incolpevole portiere ospite, 1-1. Al 40’ il positivo Di Senso sfiora l’incrocio con una gran bordata dopo una bella discesa sulla sinistra. Questa è l’ultima opportunità di un primo tempo condotto quasi integralmente dai siciliani, si va al riposo in perfetta parità.

Nella ripresa il copione della partita non subisce mutamenti. La Tiger è padrona del campo, il Rende prova a sorprendere i gialloneri con qualche sporadico contropiede. Al 49’ De Cristofaro serve in area Addamo che si coordina per la rovesciata. Il cuoio termina fuori di un soffio, gli applausi sono comunque scroscianti per il centrocampista di casa e per la sua meravigliosa acrobazia. Dopo 60’ di dominio, i brolesi tirano i remi in barca e il Rende, da formazione navigata, approfitta immediatamente del calo dei gialloneri. Al 72’ Simeri con un pallonetto mette i brividi a Mannino, pallone alto di pochissimo. Al 77’ è Marchio a non trovare la porta dopo un bel contropiede. All’80’, quindi, il solito Simeri sfrutta un’indecisione della difesa locale e con un nuovo diagonale beffa Mannino per la seconda volta, regalando il vantaggio ai suoi. Nel finale, Azzinnaro fallisce in un paio di circostanze il gol della sicurezza per gli ospiti e al 93’ addirittura Mannino sfiora il pari giallonero di testa dopo un calcio d’angolo. Il muro del Rende resiste fino al 95’, quando il triplice fischio del signor Pedretti pone fine alle ostilità, con i calabresi che sbancano il “Micale” e continuano a sognare. Per la Tiger una nuova occasione sprecata, la salvezza diretta è ormai quasi un miraggio.

Tiger Brolo-Rende 1-2

Marcatori: 22’ e 80’ Simeri (R), 38’ Sparacello (T).

Tiger Brolo: Mannino, Perricone, Falanca, De Cristofaro, Kouadio, Zingales, Lupo, Addamo (77’ D’Emanuele), Sparacello, Di Senso, Saani. All. Santino Bellinvia.

Rende: De Brasi, Ruffo, Crispino, Benincasa (39’ Marchio), Musca, Ginobili, Gigliotti, Fiore, Caruso S. (53’ Azzinnaro), Zangaro (25’ Mancino), Simeri. All. Antonio Pellegrino (mister Bruno Trocini squalificato).

Arbitro: Daniel Pedretti di Brescia. Assistenti: Conti e Barbagallo di Acireale.

Note: Ammoniti: Saani, Perricone (T); Fiore, Ginobili, Musca (R). Espulso al 24’ De Brasi (R) per fallo da ultimo uomo.

Recupero: 3’ pt; 5’ st.

Spettatori: 350 circa.

Angoli: 12-1 per la Tiger Brolo.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close