Castellumberto

Consiglio Comunale straordinario per i 150 anni di storia

Castell’Umberto – Il Consiglio Comunale si è riunito in seduta straordinaria il 21 febbraio scorso, su richiesta del gruppo consiliare di minoranza “Castell’Umberto – bene comune”, per celebrare, con il primo punto all’ordine del giorno, il 150° anniversario dalla Delibera di Consiglio Comunale di trasferimento dell’abitato di Castania e del cambio di denominazione in Castell’Umberto. Nel secondo punto, invece, si è discusso sulla costituzione di un Comitato addetto all’organizzazione della commemorazione del Regio Decreto.

Il dibattito è stato aperto da un’introduzione del Presidente Tito Barbagiovanni che ha voluto ricordare il contesto storico dell’Ordinanza, emanata la sera del ventuno febbraio 1865. Un periodo di grandi cambiamenti politici, economici e sociali. Vengono abbandonate le idee “medievali” del modo di vivere e cominciano ad assumere grande importanza i rapporti tra le persone. La scelta di spostare il paese nella contrada San Filippo, oggi sede di Castell’Umberto, è stata positiva sotto vari aspetti: è un luogo con un terreno solido, un punto strategico, importante crocevia per gli scambi.

E’ intervenuto di seguito Salvatore Tullio Randazzo, capogruppo di minoranza, dichiarando che i colleghi di allora sono stati capaci di approvare il più importante provvedimento della storia del paese, con grande coraggio, saggezza e lungimiranza. Essi “hanno pensato al domani, hanno deliberato la speranza con il cuore pieno di dolore”, ha proferito il consigliere. “Le ricorrenze servono a far storia e tesoro delle esperienze del passato”, ha ricordato il Sindaco Lionetto Civa Vincenzo.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close