Vito

Tiger, che delusione! Il Torrecuso pareggia al 95′

Capo d’Orlando – Clamorosa beffa per la Tiger Brolo, che nel recupero della ventunesima giornata del Girone I di Serie D si fa raggiungere al 95’ dal Torrecuso dopo una grandissima partita.  Al “Ciccino Micale” di Capo d’Orlando, i gialloneri vanno in vantaggio due volte, prima con Lupo e poi con De Cristofaro, e due volte vengono raggiunti da Aracri e Monti.

Buona cornice di pubblico al “Micale” per la sfida tra Tiger Brolo e Torrecuso, recupero della quarta giornata di ritorno di campionato. I gialloneri di mister Santino Bellinvia cercano tre punti in chiave salvezza, i beneventani inseguono a -2 l’Akragas capolista. Out cinque giocatori in casa Tiger, i “tigrotti” si schierano con un 4-3-3 molto fisico, per arginare l’enorme potenziale offensivo degli ospiti di mister Dellisanti, che fanno a meno di Perna, disponendosi con un 4-2-3-1 in cui il centravanti è Iadaresta. Arbitra il signor Gianluca Sartori di Padova, assistenti i signori Mocella e Longo, ambedue della sezione di Paola.

Dopo le prime fasi di studio, al minuto numero 8 è il Torrecuso a farsi vedere dalle parti di Valenti. D. Zerillo va via sulla destra e scarica un diagonale respinto dall’estremo difensore locale. Sulla ribattuta si avventa come un falco Galizia che, in precario equilibrio, mette alto. La Tiger c’è e al 14’ Sparacello fa la sponda per Addamo che da fuori, complice una deviazione, mette i brividi a Minichiello: palla in corner. Sul successivo tiro dalla bandierina, la difesa rossoblù spazza come può, capitan Lupo ai venti metri al volo senza coscienza spara una fucilata che finisce all’incrocio, 1-0 per la Tiger e grande esultanza per il numero 7 giallonero (foto Cartaregia), al primo centro stagionale. Gli ospiti reagiscono e al 25’ pervengono al pari con Aracri che, abile a sfruttare un’imbucata centrale, si inserisce dalla sinistra e, a tu per tu con Valenti, fredda il portiere brolese, 1-1 e tutto da rifare. Dopo i fuochi d’artificio della prima mezz’ora, il match si cheta. Al 43’, però, Fabozzi ferma una conclusione di D’Emanuele con le mani in piena area di rigore, il signor Sartori fa segno di proseguire. Al 47’ è ancora Aracri a rendersi pericoloso dopo uno schema su calcio d’angolo ma Valenti blocca. Al 48’ la Tiger spreca malamente un contropiede condotto perfettamente da Addamo, con Saani e Sparacello che cincischiano e si fanno murare dalla difesa ospite. Si va quindi al riposo sull’1-1.

Il secondo tempo è sicuramente meno entusiasmante della prima frazione di gioco. La Tiger prova a fare la partita con scarsi risultati, il Torrecuso attende il momento giusto per colpire. Al 63’ arriva la svolta. Break centrale di Addamo che fa secchi tre avversari e viene steso ai venticinque metri. Punizione e sul pallone si presenta De Cristofaro, subentrato nel primo tempo a Lupo, infortunatosi alla spalla. L’ex Triestina disegna una parabola perfetta che finisce sotto il sette di Minichiello, la Tiger è avanti 2-1 grazie alla prodezza balistica del suo regista. La formazione rossoblù sembra un pugile suonato. I padroni di casa più volte sciupano ottimi contropiedi a causa di imprecisione o distrazione ma il vero pallone da tre punti giunge al 94’ sui piedi di Sparacello. L’ariete giallonero va via sulla sinistra e si presenta solo davanti a Minichiello, con Calabrese a centro area pronto a ribadire in rete. Incredibilmente il gioiellino classe 1995 decide calciare da posizione defilata, graziando il Torrecuso, che sul ribaltamento di fronte trova un insperato pareggio. Minuto numero 95, lancio lunghissimo per Monti che, nell’inedito ruolo di punta, beffa Valenti in uscita e gli increduli padroni di casa. Al “Micale” finisce quindi 2-2 tra Tiger e Torrecuso, per la gioia degli ospiti e la delusione dei siciliani. Con questo punto, i brolesi salgono a 22 punti in graduatoria, ancora in zona play-out. I rossoblù accorciano le distanze dall’Akragas ma restano secondi a -1 dagli agrigentini.

A fine partita, grande l’amarezza per il capitano brolese, Vito Lupo: «Mi fa male la spalla, è un problema vecchio, spero lo staff medico possa rimettermi in sesto per la sfida con il Rende. Quello che mi fa più male però è questo pareggio, arrivato dopo una partita quasi dominata. Purtroppo ci è mancata cattiveria nel finale ma sono sicuro che continuando così ci salveremo ad occhi chiusi. Il terreno di gioco di Capo d’Orlando è molto diverso rispetto a quello di Piraino, fosse per me giocherei sempre qui, non so se è un caso che la nostra migliore prestazione interna sia arrivata su un campo dove puoi giocare bene a calcio. Adesso contro Orlandina e Rende dobbiamo cogliere necessariamente 6 punti. Chiudo con una dedica, visto che non segno spesso. Il 17 febbraio è un giorno che mi ha segnato, questa rete è per chi oggi non c’è più».

Tiger Brolo-Torrecuso 2-2

Marcatori: 15’ Lupo (TB), 25’ Aracri (TO), 63’ De Cristofaro (TB), 95’ Monti (TO).

Tiger Brolo: Valenti, Perricone, Falanca, Addamo, Kouadio, Zingales, Lupo (38’ De Cristofaro), Bica Badan, D’Emanuele, Saani (80’ Calabrese), Sparacello.  All. Santino Bellinvia.

Torrecuso: Minichiello, Zerillo M. (75’ Di Maio), Fabozzi (72’ Ferrara), Wade (67’ Furno), Monti, Pagano, Aracri, Pecora, Zerillo D., Galizia, Iadaresta. All. Francesco Dellisanti.

Arbitro: Gianluca Sartori di Padova. Assistenti: Nocella e Longo di Paola.

Note: Ammoniti: Valenti, Addamo, Lupo, De Cristofaro, D’Emanuele (TB); M. Zerillo, Monti, Aracri, D. Zerillo, Galizia (TO). Espulsi: nessuno.

Recupero: 3’ pt; 6’ st.

Spettatori: 400 circa.

Angoli: 5-1 per la Tiger Brolo.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close