UPEA: VITTORIA SOFFERTA


L’Orlandina Basket riesce a conquistare la vittoria in una partita dal finale al cardiopalma disputatasi ieri pomeriggio al PalaFantozzi. Nonostante alcuni problemi fisici nella formazione paladina, si è visto un costante equilibrio per 38 minuti, con continui botta e risposta tra le due squadre. Ma negli ultimi due minuti La Fortezza Recanati è riuscita anche a portarsi sul +4 (75-81) e, grazie a ottimi spunti dei paladini, l’Upea ha conquistato altri due punti in classifica.

Il primo quarto vede l’Upea che, guidata da Alessandri, Benevelli e De Min, cerca di impostare i propri ritmi sul match, arrivando pure al +6 (12-8), e Recanati che riesce a tenere testa chiudendo il primo quarto in vantaggio di 1 punto (19-20).
Nei primi due minuti del secondo quarto Recanati si mostra reattiva e pronta in difesa, riuscendo a sventare alcuni attacchi paladini e andando facilmente a chiudere i propri contropiedi (22-26). Coach Perdichizzi, vedendo i suoi in bambola, è costretto a chiamare un time-out, dopo il quale l’Upea sembra svegliarsi, e, guidata da Gionny Zampolli (in cabina di regia per dare fiato ad Alessandri), riesce ad imporre il suo parziale di 9-2 portandosi sul 31-28. Si va al riposo lungo ancora in equilibrio sul 40-39.
Nella ripresa La Fortezza scende in campo con grinta e firma un parziale di 0-7, al quale però rispondono immediatamente i bianco-blu, riportandosi in parità a quota 48. Quindi l’Upea prova a schierarsi a zona, causando qualche difficoltà ai recanatesi e portandosi in vantaggio, guidata da Zanelli e Crow, sul 65-57. Perdichizzi mette in campo Cardinali (ripresosi dall’infortunio alla caviglia) e Casati per il suo minuto di gloria; il terzo quarto si conclude 65-64.
Il quarto periodo inizia nell’equilibrio, ma dopo il +6 firmato dal capitano Pierini a 1’39” dalla fine, la gara è in serio pericolo per i paladini, che riescono, grazie ad alcune palle gestite bene da Crow e compagni, a portarsi in vantaggio sull’85-83 a 15” dalla fine. Il finale è vietato ai malati di cuore, con la tripla del +1 messa a segno da Fossati a 5” dalla fine. La scelta tattica degli ospiti è quella del fallo sistematico, Cardinali va in lunetta a 4” dalla fine realizzando entrambi i tiri liberi (87-86): la sirena suona sulla preghiera da 3 punti di Ceron.

Coach Perdichizzi, nel dopo-gara, dichiara: “Abbiamo messo tutto quello che avevamo dentro, ci abbiamo creduto fino alla fine e difendendo forte su Recanati siamo riusciti a conquistare questi due punti importanti. Abbiamo cercato di arrivare alla fine con il quintetto nelle migliori condizioni. Avevamo provato Zampolli da play-maker in settimana e ci ha dato un grosso contributo, gli do merito di aver saputo aspettare per dare il suo contributo alla squadra.”

Già domani, sabato 10 dicembre alle 21:00, l’Upea sarà impegnata a Latina nella 14ª giornata di andata del campionato di DNA.

Di seguito il tabellino del match:
Upea Orlandina – La Fortezza Recanati 87-86 (19-20, 21-19, 25-25, 22-22)

ORLANDINA: Alessandri 12 (3/9, 1/5), Zanelli 13 (2/3, 3/7), Crow 15 (1/4, 2/7), De Min 9 (3/5, 1/3) , Benevelli 15 (7/10 da 2) , Zampolli 16 (3/5, 3/6), Casati, Cardinali 5 (0/1, 0/3), Damiani 2 (1/1), Pellegrino (0/1). Coach: Giovanni Perdichizzi.

RECANATI: Ceron 12 (3/5, 1/3), Fossati 19 (1/3, 5/5), Evangelisti 19 (5/9, 2/3), Pierini 15 (6/8, 1/4), Chiarello 8 (4/6 da 2), Cecchetti 6 (2/5 da 2), Pierangeli 2 (1/3 da 2), Gilardi 5 (1/1, 1/5), Centanni e Gurini n.e.Coach: Piero Coen.

Arbitri: Sergio Noce di Latina e Stefano Wasserman di Pordenone.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close