Mangano

Santangiolese: Vittoria capolavoro, demolito il Castelbuono

Mangano

Sant’Angelo di Brolo – Alla vigilia della sfida tra Santangiolese e Castelbuono, in pochi avrebbero scommesso un solo centesimo su una possibile vittoria biancoazzurra, ma si sa, il calcio è strano e il verdetto spetta solo al campo. Pende in favore dei padroni di casa, infatti, il risultato finale di 4-2, un match che ha saputo regalare emozioni infinite ad un pubblico che, nonostante gli impegni allegorici del clima carnevalesco, ha registrato un discreto numero di presenze allo stadio “R.Caldarera”.

Cronaca del Match

I primi 20′ sono l’immagine ideale della quiete “prima” della tempesta, entrambe le compagini esprimono un brutto calcio, poco fluido e molto spezzettato dai continui interventi arbitrali. Ma dal 25′ esplode la partita, è da calcio piazzato nei pressi della bandierina che nasce il primo gol biancoazzuro, punizione potente e precisa di Gullà che trova la zampata decisiva di Levantino, sfortunato nel trafiggere il proprio portiere. L’unico squillo del Castelbuono si registra alla mezz’ora su un contropiede in cui, seppur rischiando molto, è bravo Arasi ad allontanare la minaccia. Tre giri d’orologio più tardi Mangano s’inventa il gol della giornata, un diagonale volante dalla destra, che scavalca Tarantino e termina sotto l’incrocio dei pali. L’ultimo brivido lo regala Tranchita a 2′ dal termine della prima frazione di gioco, dopo uno slalom iniziato dalla fascia sinistra, taglia al centro e conclude con un rasoterra ad incrociare sfiorando il palo destro della porta difesa dall’estremo difensore ospite.

Nel secondo tempo cambia l’andamento della partita, dopo 7′ è Pirrotta ad accorciare le distanze sull’assistenza fortuita di Pistoia, che involontariamente serve palla al compagno con la schiena. Al minuto 64′ la Santangiolese ridisegna le distanze con la rete del capitano F.Pintaudi, bravo a farsi trovare pronto ad insaccare sull’assist di Mangano. La partita, però, è tutt’altro che chiusa, su uno svarione difensivo ne approfitta Pirrotta che sigla la doppietta personale, battendo Lamonica con un potente sinistro incrociato. A peggiorare la situazione per la formazione di mister Palmeri, ci pensa l’arbitro Cutrufo, che dopo un’anonima partita, sale in cattedra e s’inventa l’espulsione di Gullà. Ma la Santangiolese, orfana del suo miglior realizzatore, non molla ed esce cuore e grinta, trovando addirittura la rete di Arasi del definitivo 4-2, anche in questo caso i meriti del gol vanno a Mangano che di tacco ha servito il compagno davanti alla porta sguarnita.

Santangiolese: 1 Lamonica – 2 Bruno – 3 Balastro – 4 Pintaudi F. – 5 Marziani – 6 Bontempo – 17 Tranchita (86′ Pintaudi T.) – 8 Arasi – 9 Spinella (90′ Lucifero F.) – 10 Gullà – 11 Mangano (87′ Passalacqua). All. Palmeri F.

Castelbuono: 1 Tarantino – 2 Inserauto – 3 Centorbi – 4 Dragna (87′ Castiglia) – 5 Marcoccio – 20 Sardina – 7 Arena (70′ Fricano) – 8 Bonomonte – 9 Levantino – 10 Pirrotta – 11 Pistoia (80′ Caruso). All. Scalia.

Terna arbitrale: Sig. Cutrufo (CT) – Assistente. N. 1 Di Pasquale (Barcellona P.G.) – Assistente. N. 2 Cusumano (Barcellona P.G.)

Reti: 25′ Levantino (Aut.) (S) – 33′ Mangano (S) – 52′ Pirrotta (C) – 64′ Pintaudi F. (S) – 66′ Pirrotta (C) – 82′ Arasi (S).

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close