strisce-blu

Strisce blu, interrogazione della minoranza

strisce-blu

Capo d’Orlando – Il Comune di Capo d’Orlando ha deciso di affidare la gestione dei parcheggi a pagamento alla società esterna Nivi Credit Srl per i prossimi 5 anni. L’operazione non è nuova nel centro paladino, dato che per quasi 7 anni, tra il 2006 e il 2013, la gestione delle strisce blu era sempre stata appannaggio di ditte esterne. Proprio nell’aprile del 2013, però, Capo d’Orlando aveva deciso di internalizzare il servizio affidandolo alla Polizia Municipale, prima di questo ritorno al passato. Alla minoranza il dietrofront della Giunta Municipale non è piaciuto. Per questo, Giuseppe Trusso Sfrazzetto, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Salvatore Alessio Micale e Gaetano Gemmellaro, Consiglieri comunali dei Gruppi “Librizzi Sindaco” e “Democratici per Capo d’Orlando”, hanno presentato al riguardo un’interrogazione, che riportiamo integralmente.

“Ill.mo Sig.

Sindaco

SEDE                             

e p.c.                           Ill.mo Sig.

Presidente del Consiglio comunale

SEDE         

Oggetto: Interrogazione urgente su gestione parcheggi pagamento (strisce blu)

I sottoscritti, Giuseppe Trusso Sfrazzetto, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Salvatore Alessio Micale e Gaetano Gemmellaro, Consiglieri comunali dei Gruppi “Librizzi Sindaco” e “Democratici per Capo d’Orlando”,

premesso che:

1. dal 12/07/2006 al 31/03/2013 la gestione delle aree di sosta a pagamento è stata affidata a ditte esterne, tra cui la City Sistem Società Cooperativa (con un margine riconosciuto al Comune del 68,58% sui ticket orari);

2. gli scriventi consiglieri comunali, certi della convenienza derivante dalla gestione diretta da parte del Comune, già in data 23/11/2011, avevano presentato specifica interrogazione per invitare l’Amministrazione comunale ad orientarsi verso la gestione diretta da parte del Comune, considerati i maggiori introiti per le casse comunali (stimati in soli 3 anni in €169.829,81);

3. a partire dal mese di aprile 2013, l’Amministrazione comunale, prendendo finalmente coscienza dei vantaggi finanziari derivanti dalla gestione diretta da parte del Comune, ha deciso di internalizzare il servizio affidandolo alla Polizia Municipale;

4. i benefici derivanti dalla suddetta scelta sono stati veicolati come lodevoli e vantaggiosi da diversi organi della stampa locale;

 considerato che:

5. con delibera n. 336 del 23/12/2014, la Giunta Municipale, contraddicendo in termini la scelta operata meno di 24 mesi prima e dopo aver acquistato i parcometri attualmente in uso per un importo di €68.930 (vedasi Determina 1128/2014), delibera di affidare nuovamente il servizio di gestione delle aree di sosta a pagamento ad una società esterna, NIVI CREDIT S.r.l., per la durata di 5 anni (con un margine riconosciuto al Comunedel 56,50% sui ticket orari, peraltro pure inferiore di quello riconosciuto dal precedente affidatario);

6. con comunicato stampa del 4/02/2015, il Comune, annuncia l’avvio della ricerca di personale da parte della società affidataria (da assumere con contratto part-time, n.1 unità per l’intero anno e n. 5 unità per il periodo 15/06 – 15/09 di ogni anno);

7. nella comunicazione viene precisato e sottolineato che “gli interessati dovranno inviare richiesta di partecipazione alla selezione, allegando il proprio CV, direttamente alla società, esclusivamente a mezzo e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica Personale.CDO@nivi.it”.

Quanto sopra premesso e considerato,

i Consiglieri Comunali interrogano la S.V. per conoscere e /o sapere:

1. quali sono le motivazioni per le quali la Giunta Municipale, contraddicendo in termini la scelta operata meno di 24 mesi prima e dopo aver acquistato i parcometri attualmente in uso per un importo di €68.930 (vedasi Determina 1128/2014), delibera di affidare nuovamente il servizio di gestione delle aree di sosta a pagamento ad una società esterna, Nivi Credit S.r.l., per la durata di 5 anni (con un margine riconosciuto al Comune del 56,50% sui ticket orari, peraltro pure inferiore di quello riconosciuto dal precedente affidatario);

2. per quale motivo in sede di affidamento del servizio l’Amministrazione comunale, prima ancora di concordare l’avvio della campagna di selezione, non ha ritenuto opportuno proporre alla società affidataria di dare priorità assoluta al personale precario in forza presso il Comune, piuttosto che ricercare risorse esterne;  

3. per quale ragione per partecipare alla selezione viene chiesto l’invio da parte dell’interessato della domanda e del CV a mezzo e-mail e non invece a mezzo raccomandata e/o a mezzo PEC a tutela degli interessati, garantendo loro data e consegna certa.

Si chiede la risposta scritta e l’inserimento all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale.

         

Giuseppe Trusso Sfrazzetto   

Gaetano Sanfilippo Scimonella

Salvatore Alessio Micale        

Gaetano Gemmellaro”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close